martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 19:14
6 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:11

Paolo Rossi inaugura il nuovo stadio di San Sisto. Giovani da tutto il mondo si sfidano col pallone

Dopo il taglio del nastro invasione dei ragazzini sul prato verde del nuovo complesso in via Bach. Inizia il torneo delle nazionali. Roberto Gnagnetti: grande esempio di integrazione

Paolo Rossi inaugura il nuovo stadio di San Sisto. Giovani da tutto il mondo si sfidano col pallone
Il taglio del nastro col campione Paolo Rossi

Il campione del mondo Paolo Rossi ha scelto il nuovo stadio di San Sisto come sede della propria accademia di calcio. La «Paolo Rossi Academy» terrà lezioni di sport nel complesso inaugurato sabato in via Bach dove 50 anni fa è nato il Sila, poi trasformato in San Sisto.

Giovani da tutto il mondo Il progetto – spiega Roberto Gnagnetti, responsabile del settore giovanile del San Sisto Calcio – questo anno ha portato a Perugia numerosissimi ragazzi da tutto il mondo. Molti giovani provano a fondare sotto la guida del campione del mondo di Spagna ’82 e del suo staff.

Invasione dopo il taglio del nastro Alla cerimonia di inaugurazione, insieme a Pablito, c’erano l’assessore comunale Emanuele Prisco e il consigliere regionale Marco Squarta. Al taglio del nastro è seguita una vera e propria invasione del campo da parte dei bambini biancoazzurri del San Sisto che hanno dato vita a giochi di abilita tecnica e ad una partita.

Il torneo delle nazionali L’occasione – prosegue una nota della società sportiva – è stata anche il trampolino per l’inizio del Torneo delle nazionali, una competizione che si svolge ormai da quattro stagioni e che vede impegnate le nazionali di Italia, Albania, Colombia, Romania, Costa d’Avorio, Nigeria, Perù, Gambia, Camerun ed Ecuador.

Integrazione Il torneo rappresenta uno splendido esempio di integrazione fra le varie comunità presenti nel territorio anche perché la sfida non finisce nel rettangolo di gioco: nell’area antistante l’impianto, infatti, è possibile gustare piatti tipici delle varie nazioni. Insomma – ironizza il San Sisto – tutte le gare finiscono a tavolino.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250