sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 09:00
3 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:00

Ospedale di Terni, manutenzioni e lavori digitali al via: piano da 50 milioni attuato per il 30%

Azienda di Colle Obito verso totale digitalizzazione dei documenti, 800 mila euro dalla Carit per Oncologia e si rinnovano anche Nefrologia e Dialisi, previsti 460 mila euro per ascensori

Ospedale di Terni, manutenzioni e lavori digitali al via: piano da 50 milioni attuato per il 30%

di Marta Rosati

Il direttore generale dell’ospedale di Terni, Maurizio Dal Maso annuncia: «L’obiettivo da perseguire entro la fine del 2018 è quello di modernizzare il Santa Maria in tutte le sue parti, sia strutturali che digitali, perché diventi sempre più punto di riferimento per il centro Italia e sia riconosciuto a livello nazionale».

Ospedale Santa Maria di Terni Queste le intenzioni della nuova direzione aziendale in continuità con la precedente gestione: «Dal 2013 il piano complessivo degli investimenti previsti, e per un 30% già compiuti, ammonta a 50 milioni di euro complessivi»,  ha spiegato il direttore amministrativo Riccardo Brugnetta. A stretto giro, è stato reso noto nel corso di una conferenza stampa, l’ospedale spenderà altri 31,5 milioni di euro. La parte più consistente servirà, oltre che per l’entrata a regime del nuovo acceleratore lineare per la radioterapia, per il trasferimento dei servizi di Diagnostica per immagini e Radiologia al secondo piano seminterrato, i lavori di ristrutturazione e ampliamento di Nefrologia e Dialisi, il trasferimento degli ambulatori di Endoscopia digestiva al primo piano dell’ospedale, che faranno recuperare spazi al Pronto soccorso, e l’ampliamento del reparto di Oncologia che sarà realizzato grazie alla donazione della Fondazione Carit (800 mila euro).

Restyling ascensori e pavimenti Un milione e mezzo sarà invece destinato a interventi di manutenzione straordinaria che riguardano gli impianti elevatori e montacarichi (460 mila euro), il rifacimento del manto stradale della viabilità interna e del parcheggio presso l’obitorio, e in particolare la pavimentazione dei corridoi nel corpo centrale e le opere impiantistiche per il trasferimento di Medicina legale presso la facoltà di Medicina e Chirurgia, che saranno realizzate da settembre a ottobre di quest’anno. Nel mese di luglio è stata inoltre avviata la gestione esternalizzata degli archivi cartacei e della digitalizzazione della documentazione sanitaria e si è provveduto all’acquisto di 50 nuovi apparecchi elettrocardiografici che permettono la refertazione a distanza degli elettrocardiogrammi, con relativa archiviazione, da parte del servizio di cardiologia: una innovazione tecnologica che dalla fine di agosto consentirà l’invio on line degli esami ecg  da/a tutti i reparti dell’ospedale. «I letti lungo i corridoi – ha ribadito il direttore sanitario Sandro Fratini – sono in diminuzione ed è stata potenziata l’offerta di esami e visite specialistiche per abbattere le liste d’attesa con un piano straordinario che ha determinato anche l’apertura di sedute ambulatoriali nei giorni di sabato e domenica».

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250