domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:36
5 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:48

Ospedale di Spoleto: Ercolani, Laureti ed Esposito sono i tre ‘saggi’. A giorni summit con Barberini

Coi tre medici in pensione via ad analisi servizi sanitari in vista dell'integrazione con Foligno. I due sindaci verso il confronto con Fiaschini, si insiste per coinvolgere intera Asl 2

Ospedale di Spoleto: Ercolani, Laureti ed Esposito sono i tre ‘saggi’. A giorni summit con Barberini
Commissione sanità

di Chiara Fabrizi

Enzo Ercolani, Alessandro Laureti e Antonella Esposito. Questi i tre medici spoletini, a lungo in servizio al San Matteo e ora in pensione, nominati dal sindaco Fabrizio Cardarelli e dalla vice Maria Elena Bececco per avviare un’analisi reale dei servizi sanitari in vista dell’integrazione con l’ospedale di Foligno.

Ercolani, Laureti ed Esposito sono i tre ‘saggi’ I nomi sono stati resi nomi nell’ambito della seduta congiunta della conferenza dei capigruppo e della commissione sanità che, ed è questo il principale retroscena politico, Pd e gruppo Misto hanno tentato il blitz facendo circolare alla vigilia un documento che non ha però trovato il consenso compatto né di tutti i dem, né degli altri esponenti di minoranza coinvolti. E così martedì mattina, in un’affollatissima sala giunta il vicesindaco Bececco ha reso noti i nomi dei tre professionisti che a titolo volontario e quindi gratuito stileranno l’analisi su criticità, opportunità e prospettive del San Matteo. Il documento verrà poi portato all’attenzione di una commissione paritetica da costituire coi rappresentanti territoriali di Foligno, al fine di coordinare una proposta condivisa per l’integrazione dei due nosocomi su cui l’ultima parola spetterà alla Regione.

Chiesto a gran voce confronto territoriale Ferma restando l’apprezzamento espresso da tutte le forze politiche per i professionisti selezionati, nel corso del dibattito sono emersi alcuni distinguo. In particolare a evidenziarli è Aliero Dominici, capogruppo del Misto: «La mozione chiedeva una commissione paritetica e non un gruppo di lavoro, inoltre l’operazione va estesa a tutti i territori dell’Asl 2, quindi anche Terni, Narni e Orvieto, affinché l’operazione non si riveli una perdita di tempo». A calcare la mano anche la presidente della commissione sanità, Marina Morelli, pure lei dei gruppo Misto: «Foligno non si stia muovendo, come emerge dall’intervento della consigliera Stefania Filipponi, il sindaco Cardarelli avrebbe già dovuto attivarsi anche in questo senso».

Cardarelli, Barberini e Mismetti Alle critiche sul percorso avviato, si sommano le preoccupazioni per i tempi: «Le perplessità ci sono – dice Carla Erbaioli (Pd) – ma la verità è che siamo già molto in ritardo, se vi faceste un giro in Medicina tra carenze di personale e camici bianchi convochereste già stasera la prima riunione dei tre professionisti». Fa eco Elisa Bassetti (M5s): «Se i tre saggi li avessimo iniziati a far lavorare già un anno fa a quest’ora saremmo già a buon punto». Con ogni probabilità entro i primi giorni della prossima settimana si riuniranno per la prima volta Ercolani, Laureti ed Esposito. «Negli stessi giorni – ha spiegato Cardarelli intervenuto brevemente in commissione – incontrerò il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, insieme all’assessore Luca Barberini» e probabilmente il direttore generale della Asl 2.

Trasparenza Poi sui ritardi punta il dito contro la Regione:  «Non è colpa nostra se negli ultimi mesi non c’è stato un interlocutore certo» il riferimento è alle dimissioni di Barberini durate oltre 120 giorni. Sempre che non sia troppo tardi, il piano sanitario regionale potrebbe essere approvato a ottobre, a chiedere «trasparenza e costante aggiornamento dei lavori» è Alessandro Cretoni (Forza Italia) che, al pari di Zampa e Morelli, raccomanda: «Condivisione con associazioni e realtà che da anni si impegnano per la tutela e la salvaguardia del San Matteo, solo così – dice il consigliere – si fa una battaglia con e per la città senza strumentalizzazione e demagogia».

Twitter @chilodice

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250