18 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:51

Orfeo Goracci, la rivincita dell’ex Zar di Gubbio: ‘Dopo le scuse ora paga chi mi ha chiamato ladro’

Lettera del politico: 'Pretendo giustizia. Chi mi ha offeso su Facebook si è assunto le sue responsabilità e mi ha scritto una lettera di scuse. Per me è più importante della cifra in denaro'

Orfeo Goracci, la rivincita dell’ex Zar di Gubbio: ‘Dopo le scuse ora paga chi mi ha chiamato ladro’
Orfeo Goracci (Foto F. Troccoli)

di Orfeo Goracci*

Dalle mie vicende giudiziarie ho imparato molto, soprattutto sul lato umano: alcuni, solidali, ti sorridono con fiducia, mentre altri se ne fregano dei tribunali e ti condannano senza appello. Atteggiamento comprensibile, quest’ultimo, visto lo tsunami di infamia che è stato scatenato su di me, come uomo e come politico, con giorni e giorni di martellamento televisivo e pagine e pagine di fango e veleno. E’ vero, comprendo, ma mi indigno. E non solo mi indigno: non mi arrendo. Perché pretendo dalla giustizia, giustizia. E proprio in nome della giustizia e della verità, poiché tempo fa in un colloquio su Facebook una persona mi ha dato del ‘ladro’, l’ho portata in giudizio passando per la mediazione obbligatoria. Ebbene, pochi giorni or sono, si è raggiunto un accordo sulla mia richiesta di risarcimento che giudico estremamente positivo. La persona si è assunta le sue responsabilità (di questo le va reso merito e onore) e nell’accordo risarcitorio condiviso mi ha scritto una lettera di scuse che ritengo più importante della cifra in denaro accordatami, seppure non trascurabile. So bene che per me i tempi per chiudere l’assurda, clamorosa e incredibile vicenda giudiziaria iniziata a novembre 2011 saranno lunghi e ancora con percorsi accidentati, ma mi conforta la certezza di avere sempre avuto comportamenti limpidi, corretti e onesti, e di aver sempre lavorato con spirito di servizio e abnegazione per Gubbio, con una qualità/capacità amministrativa riconosciuta in Umbria e in Italia. La vicenda – chiusa positivamente (certamente per me) con il risarcimento morale e materiale per aver offeso la mia immagine e il mio onore -, mi fa ricordare di più e meglio quante altre calunnie e offese, quante altre diffamazioni e denigrazioni, quanti altri insulti e linciaggi mediatici io abbia ricevuto da qualche dipendente comunale, da alcuni politici locali, da diversi coraggiosi ‘anonimi’ della rete, da certi giornalisti e, comunque, da umanità varia. Tutti convergevano (hanno continuato e continuano a farlo) nel voler distruggere, infangare, demolire la mia storia personale, la mia immagine pubblica, il ruolo politico/istituzionale sempre apprezzato e vincente sul piano elettorale. Il confronto tra queste forme e la definizione per cui sono stato risarcito sembra a dir poco irrilevante. Il resistere prima e il saper attendere poi sono spesso grandi virtù.

*ex consigliere regionale ed ex sindaco di Gubbio

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250