sabato 23 settembre - Aggiornato alle 13:06

Terremoto, Montanari testoni dicono no alle magliette gialle: «Solo propaganda»

L’associazione nata in Valnerina dopo il sisma contro l’iniziativa del PD: volontari da “zona Cesarini”?

L'associazione nata in Valnerina contro l'iniziativa di Renzi
Foto Montanari testoni

Giallo è il colore dell’opportunismo? Questo l’interrogativo dell’associazione Montanari testoni, nata a Norcia e Cascia dopo il sisma in Valnerina, all’indomani dell’annuncio dell’intervento delle “magliette gialle” di Renzi nei luoghi del terremoto. La parola all’associazione.

Sono passati circa nove mesi dal primo evento sismico che ha sconquassato le nostre vite e forse è tempo di bilanci. In questo momento, dopo molti sacrifici e molta fatica, possiamo tranquillamente affermare che lo Spazio solidale 24 è in funzione e sta lavorando a pieno regime. Per questo ringraziamo come sempre le Brigate di solidarietà attiva, al nostro fianco dal “giorno zero”, e tutti quei soggetti, associazioni e privati che ci hanno sostenuti fino qui. Mentre il nostro cammino prosegue (non senza fatica e problemi), ci giunge all’orecchio una notizia che ci ha lasciati un po’ perplessi. Su giornali, social network e mass media la notizia di questi giorni è: «Pd, Renzi: domenica le Magliette gialle nei luoghi del terremoto». Detto questo, una premessa è doverosa: la nostra associazione non ha un riferimento partitico, in quanto ognuno di noi Montanari è diverso e ha propri riferimenti ideologici. In sostanza, affermiamo di essere dei “soggetti politici” in quanto abbiamo intrapreso un cammino che non è certo da “indifferenti”, avendo anche compiuto delle scelte assumendoci dei rischi in prima persona. Volendo spiegarci meglio, nella nostra associazione c’è il senso della politica espresso da queste parole: «In democrazia nessun fatto di vita si sottrae alla politica» (Mahatma Gandhi, ‘Politica’) e «L’uomo è per natura un animale politico» (Aristotele, ‘Politica’). Conclusa la doverosa premessa, affermiamo che l’aiuto di tutti è benvenuto, a patto che sia disinteressato e che non ci siano secondi fini da parte di chi si spende in gesti solidali. Nel caso “Magliette gialle nei luoghi del terremoto”, a noi Montanari Testoni non sembrano esserci queste condizioni. Questi volontari da Zona Cesarini non si sono visti per tutto l’inverno ed effettivamente nessuno ne fa loro una colpa, però ci chiediamo: come mai proprio ora intendono portarci il loro gioioso aiuto? A nostro avviso, lo diciamo senza mezzi termini, il PD sta semplicemente facendo una manovra di propaganda sfruttando la situazione drammatica nella quale si trovano ancora oggi le popolazioni terremotate. Inoltre, ci sembra una presa in giro il fatto che il partito di governo promuova un’iniziativa di questo tipo, in quanto sono loro quelli che applicano le politiche di tagli ai servizi sociali e che riducono i trasferimenti di fondi agli enti locali. Le maglie gialle del PD, se davvero avessero voluto aiutare le popolazioni terremotate, sarebbero state al nostro fianco quando facevamo le staffette in mezzo alla neve, quando la neve l’abbiamo spalata, quando distribuivamo cibo, stufe, giacche e scarponi. Per non dire che avrebbero potuto condividere con noi la “gioia” di dormire prima in una tenda piena di scatoloni, poi magari in una roulotte in mezzo alla neve. Chissà se gli sarebbe piaciuto indossare la loro bella maglia gialla, quando al Campo base la corrente saltava e si doveva uscire all’aperto a -18° per riaccenderla. Questo e altro abbiamo vissuto noi Nursini, Casciani, Amatriciani, Preciani, Ancaranesi, Vissani, Ussitani e tutti quelli che si sono ritrovati addosso questa apocalisse. Concludendo, noi non siamo nessuno per dire chi può e chi non può andare a fare la sua parte dove serva, siamo però certi di poter affermare che c’è un tempo, un luogo e un modo al di fuori dei quali si diventa opportunisti. Sappiate che c’è un tempo per fare ed un tempo per parlare, ed è una sequenza che andrebbe sempre rispettata.

Maglie gialle, accomodatevi pure!
Venite a vedere come si fa!
Venite a vedere cosa si è fatto.

Consiglio direttivo Montanari testoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.