lunedì 19 agosto - Aggiornato alle 20:38

Sea Watch, Giovanni Guidi: «Caro sindaco, accogliamo a Foligno i 43 migranti»

Il musicista scrive una lettera al primo cittadino Stefano Zuccarini: «Apprezzo interesse per la famiglia, fai un gesto cristiano»

Carola Rakete, comandante della Sea Watch 3

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del musicista folignate Giovanni Guidi al sindaco di Foligno Stefano Zuccarini, alla luce degli ultimi recenti fatti relativi al caso Sea Watch 3

Caro Sindaco di Foligno Stefano Zuccarini, sono Giovanni Guidi, non abbiamo mai avuto il piacere di conoscerci e colgo quindi anche l’occasione per complimentarmi per la sua elezione pur ammettendo che in nessuna delle due tornate elettorali sono stato un suo elettore. Ho molto apprezzato però il suo interesse per la Famiglia e anche la sua rivendicazione di valori, da cristiano nel voler appendere il crocifisso nel suo ufficio, facendone un atto pubblico.

Come sa bene in mare proprio ora ci sono 43 persone che sono sicuramente parte di una famiglia, che verrebbe distrutta con la morte di ognuno di loro o con il ritorno di essi nei lager libici. Certo quindi delle sue sensibilità le volevo proporre questo: come gesto cristiano che andrebbe di pari passo con l’affissione del crocifisso e come atto di amore per la famiglia, che ne direbbe se Foligno, anche per segnare questo nuovo corso, si proponesse di accogliere questi 43 padri, madri, figli, figlie, nonne, nonni, zii, zie e nipoti?

Con rispetto, Giovanni Guidi”.

I commenti sono chiusi.