domenica 21 ottobre - Aggiornato alle 00:07

Perugia, le nuove sfide della globalizzazione a Giurisprudenza: sinergie con università europee e Harvard

Il direttore del Dipartimento, Marini: «Quest’anno un nuovo corso di laurea con biennio specialistico su studi internazionali e nuove tecnologie»

di Giovanni Marini*

Felici per il successo delle iscrizioni dello scorso anno accademico e dei risultati conseguiti, il Dipartimento di Giurisprudenza si prepara anche quest’anno in vista dell’apertura delle immatricolazioni con una serie di novità nei suoi corsi di laurea magistrali e triennali per rispondere alle sfide della globalizzazione ed internazionalizzazione degli studi giuridici. Dall’anno accademico 2019- 2020 il Dipartimento di Giurisprudenza offrirà anche un nuovo Corso di laurea magistrale in Scienze Giuridiche, previsto dall’ultimo decreto ministeriale, che permetterà agli studenti del triennio di completare la loro formazione con un biennio specialistico orientato agli studi internazionali e alle nuove tecnologie.
Alle aspiranti matricole verrà offerta la possibilità di iscriversi al tradizionale Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza oppure al Corso di laurea triennale in Scienze dei Servizi Giuridici. Il Corso quinquennale a ciclo unico è riuscito ad unire alla solidità degli insegnamenti classici del diritto forti elementi di innovazione come i corsi opzionali in lingua inglese, le cliniche legali – in cui i docenti interagiscono con gli studenti ed entrano insieme in relazione diretta con la società e i cittadini, trattando e risolvendo casi reali e non simulati – e i laboratori di scrittura legale attraverso i quali gli studenti possono concretamente apprendere le tecniche di redazione di testi giuridici.
Il Corso di laurea triennale si articola invece in tre curricula calibrati su diverse professionalità emergenti. Con il curriculum «Consulente del lavoro», lo studente ha la possibilità di seguire un percorso specificamente indirizzato a questo profilo professionale. A chi invece desideri svolgere la propria attività nel settore pubblico il Dipartimento consente di frequentare il curriculum «Operatore giudiziario e della Pubblica Amministrazione». Le crescenti richieste di esperti nella gestione di patrimoni immobiliari pubblici e privati sono invece soddisfatte dal curriculum «Esperto giuridico del settore immobiliare».
I laureati triennali in Scienze Giuridiche, ma anche in altre discipline, potranno proseguire gli studi con il biennio magistrale in Integrazione giuridica europea e diritti umani, che si caratterizza per il confronto interdisciplinare tra il diritto e le altre scienze umane con una forte vocazione europea e internazionale. A tal fine, sono attive importanti sinergie con la prestigiosa Ècole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (EHESS) di Parigi e altre Università su scala mondiale (Faculté de droit, SciencePo, IGLP di Harvard). Al Corso biennale potranno iscriversi anche i laureati in Giurisprudenza, ai quali saranno riconosciuti diversi crediti formativi. Il nuovo Corso di laurea in cantiere mira a creare figure di giuristi esperti e pronti alle nuove sfide della società globalizzata e dell’era digitale, sia nel settore pubblico che privato. Il Dipartimento garantisce anche una solida formazione post laurea. Anche quest’anno la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali aprirà le porte agli aspiranti avvocati, magistrati e notai, che seguiranno le orme di chi li ha preceduti – molto spesso già studenti del Dipartimento – e oggi con successo ha conseguito l’abilitazione da avvocato o ha superato le dure prove del notariato e della magistratura. I recenti concorsi per l’accesso alle professioni hanno messo in luce gli studenti e gli specializzati del Dipartimento perugino, con una percentuale degna di rilievo rispetto ai posti annualmente messi a disposizione. Il Dottorato di ricerca in Scienze Giuridiche si segnala per la vivacità delle sue iniziative che vedono protagonisti dottorandi e ricercatori di diversa provenienza, italiana e internazionale, impegnati nelle molteplici occasioni di confronto durante l’intero anno accademico e nel corso della Summer School che ogni estate richiama studiosi da svariate parti del mondo. La giornata di orientamento del 3 settembre prossimo sarà un’ulteriore occasione per scoprire tutte
le novità e visitare il Dipartimento.

* Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Universtà degli Studi di Perugia

I commenti sono chiusi.