mercoledì 13 novembre - Aggiornato alle 23:17

«A Perugia aggrediti da un cane, il mio è stato ferito». L’assessore: «Daspo al proprietario»

Una turista racconta la sua disavventura: «Ci siamo dovuti allontanare». Merli: «La signora è stata assistita da me e dai vigili urbani»

Riceviamo e pubblichiamo da una nostra lettrice e la replica dell’assessore Luca Merli

Buonasera, ieri mi trovavo nel centro storico di Perugia (turista per un weekend) per festeggiare il compleanno di mio marito. Ci siamo seduti nella gradinata di fronte al duomo con il mio cane al guinzaglio, dopo circa 5 minuti alle nostre spalle arriva un cane molosso bianco senza guinzaglio e senza padrone, aggredisce il mio cane alle spalle (il mio dormiva e manco se ne era accorto) come noi d’altronde.

Il mio cane grazie al provvidenziale intervento di un passante subisce piccole escoriazioni ma comunque tali da richiedere intervento del servizio veterinario pagato dalla sottoscritta. L’intervento dei vigili, polizia e carabinieri non ha portato a nulla se non il io dovermi allontanare dallo stesso centro storico per la mia incolumità. Il padrone era un noto ubriacone del posto conosciuto alle autorità giudiziarie. Mi chiedo io come una città come Perugia possa ospitare manifestazioni come Eurochocolate con tali soggetti liberi di camminare indisturbati con cani simili pericolosissimi.

Non avendo ancora avuto i dati di codesto elemento non ho avuto modo di sporgere denuncia, ma domani con l’apertura degli atti provvederò a farlo nella mia città di abitazione. Spero che la mia informazione in merito serva ad evita tragedie che si potrebbe presentare anche con persone e bambini. Il mio immenso rammarico per aver dovuto lasciare la città come parte lesa.

Lettera firmata

L’assessore alla Mobilità del comune di Perugia Luca Merli interviene in merito alla lettera scritta dalla turista e pubblicata da Umbria24

«Mi preme sottolineare alcuni aspetti della vicenda –scrive Merli – che non emergono dal racconto della signora e che, invece, ritengo siano importanti per una lettura completa dell’increscioso episodio. Io stesso, infatti, sono intervenuto personalmente, chiamando la polizia municipale, a cui si sono aggiunte le altre forze dell’ordine. Posso confermare che al proprietario del cane che ha aggredito l’animale della signora è stato fatto un Daspo immediato ed è stato lui ad essere allontanato al momento da parte delle forze dell’ordine.

Personalmente, sono rimasto con la signora per tranquillizzarla e ho sentito il dovere di scusarmi, a nome dell’amministrazione e della città, per l’accaduto, nonché di rassicurarla che sarebbe stato fatto tutto il possibile perché certi episodi non abbiano più a verificarsi. Alla signora – continua Merli – è stata data, da parte degli stessi vigili urbani intervenuti, la possibilità di presentare immediatamente denuncia o di farlo successivamente, in attesa dei risultati della verifica sanitaria sul cane che ha aggredito il suo, effettuata direttamente dalle autorità competenti, anch’esse intervenute. Peraltro, sono in corso gli accertamenti del caso da parte del servizio sanitario stesso.

Dispiace, quindi – conclude l’assessore – leggere nella lettera della signora una versione non completa dei fatti, che potrebbe portare a conclusioni affrettate, tali da ledere l’immagine della nostra città, nella quale la signora stessa, la sua famiglia e il cane saranno, comunque, sempre i benvenuti. Resto, naturalmente, a disposizione della signora per le successive necessità legate a questa vicenda».

I commenti sono chiusi.