venerdì 13 dicembre - Aggiornato alle 10:38

«All’ospedale di Perugia per un esame ma rimandati a casa per l’assenza del medico»

La denuncia di una lettrice: «Ambulatorio chiuso e non ci hanno avvisato». Un’altra paziente: «Siamo stati richiamati». Il nosocomio: «Ci scusiamo, attività rimodulata per il disguido»

Riceviamo e pubblichiamo da una nostra lettrice e poi quella di un’altra paziente e la risposta dell’ospedale

Buongiorno Direttore,
mi trovavo presso il Polo Ospedaliero di S.M.Della Misericordia (Reparto di Gastroenterologia) per effettuare il Breath Test per Helycobacter Pylori.
Al mio arrivo,in accettazione sono stata informata che la dottoressa preposta per l’effettuazione del test non era presente e che l’ambulatorio era CHIUSO.
Oltre me, altre persone sono state rimandate a casa con la medesima motivazione.
Tenga conto, Direttore, che questo esame ha delle liste di attesa molto lunghe e bisogna presentarsi per effettuare l’esame digiuni.
C’è solo una dottoressa che effettua questo esame per tutte le prenotazioni che convergono al Reparto di Gastroenterologia…con l’appunto che proviene dal Polo Universitario.
Non siamo stati nemmeno avvisati dall’Ufficio dell’Umbria Sanità, come di norma avviene, per motivare o dare notizia dell’accaduto.
Il personale che ci ha accolti questa mattina ci ha riferito che non è la prima volta che succede per l’assenza della collega.
Spero di essere stata chiara ed esaustiva nel descrivere lo spiacevole evento.
Distinti saluti

Lettera firmata

Un’altra lettrice ci ha scritto:

In merito all’articolo sul breath test non effettuato stamattina in ospedale per assenza del responsabile. Ero lì anche io. Dopo una momentanea cancellazione siamo state richiamate nel giro di qualche minuto. Mia madre ha potuto fare l’esame del caso in quanto hanno trovato un sostituto. L’ambulatorio è stato chiuso solo 30 minuti circa.

Ecco la replica dell’ospedale:

Con riferimento alla lettera di una vostra lettrice, che ha segnalato l’inconveniente del mancato esame da eseguire nella mattinata di giovedì 14 novembre presso la struttura di Gastrenterologia, sono a rappresentare le scuse personali alla suddetta paziente. Non appena il personale si è accorto del disguido organizzativo, ha provveduto a rimodulare l’attività assistenziale, effettuando gli accertamenti diagnostici per tredici pazienti. Purtroppo, quattro di essi non sono stati intercettati e possiamo assicurare che in tempi brevi saranno richiamati dalla segreteria. Nel rinnovare le nostre scuse a chi non ha potuto usufruire delle prestazioni della struttura, porgiamo distinti saluti.

Mauro Marchesi
(Direttore ad interim  Gastroenterologia ospedale di Perugia)

I commenti sono chiusi.