giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 12:09
3 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 09:23

Onaosi, Zucchelli mette un punto alle polemiche: «Mai pensato di lasciare Perugia»

Il presidente della Fondazione in commissione al Comune: «Potenzieremo la permanenza». Pastorelli (Fdi): «Questione resta, giunta si attivi»

Onaosi, Zucchelli mette un punto alle polemiche: «Mai pensato di lasciare Perugia»
Serafino Zucchelli

Onaosi non ha mai avuto l’intenzione di andar via da Perugia e anzi ha deciso di potenziare la sua presenza in città, perché storia ed interesse le impongono di restare nel Capoluogo umbro. A sostenerlo il presidente della Fondazione, Serafino Zucchelli, che ha partecipato alla commissione Cultura del Comune, dove è stato discusso l’ordine del giorno presentato dalla consigliera Clara Pastorelli (Fdi-An). Nel testo si chiede che la giunta si attivi per il mantenimento della sede centrale a Perugia.

Onaosi non si muove Secondo quanto spiegato da Zucchelli – e riportato su una nota ufficiale del Comune – negli ultimi tempi sono stati “rivoluzionati” i collegi perugini, ma solo con l’obiettivo di valorizzarli; inoltre c’è la volontà dell’Ente di portare avanti progetti che andranno a beneficio della comunità per contribuire a favorire la crescita della città. Nel contempo Onaosi non ha alcuna intenzione di fondersi con altri Enti, ma solo di collaborare con essi, mantenendo la propria autonomia. La risposta più chiara alle ipotesi infondate di trasferimento altrove, è data altresì dal fatto che nello statuto dell’Ente, approvato nel 2015, si sancisce che la sede principale della Fondazione è a Perugia.

Odg resta Durante il dibattito, Carmine Camicia ha rivolto un invito alla giunta di intensificare i rapporti con la Fondazione, anche con l’obiettivo di valorizzare alcuni immobili oggi inutilizzati. Tommaso Bori (Pd) le rassicurazioni fornite dal presidente hanno di fatto chiuso la questione, per questo ha chiesto a Pastorelli di ritirare l’odg. La consigliera Pastorelli ha preannunciato l’intenzione di modificare il dispositivo dell’odg, secondo quanto emerso nel corso del dibattito, ma non di ritirarlo. Nella parte finale della discussione è intervenuto anche l’assessore Severini per sottolineare come la storia ed il valore culturale della Fondazione siano noti a tutti e positivi per la città.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250