mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 19:03
19 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:06

‘Omni-Bus: appunti di viaggio’, un cortometraggio racconta storie di migranti in terra umbra

Il film-documentario con protagonisti migranti alle prese con un infinito, surreale viaggio in bus attraverso le campagne della regione

‘Omni-Bus: appunti di viaggio’, un cortometraggio racconta storie di migranti in terra umbra
La presentazione al cinema Melies

Avrà una diffusione su territorio nazionale il cortometraggio umbro “Omni-bus: appunti di viaggio sulle strade dell’integrazione”. Tra i vincitori del bando nazionale MigrArti Cinema, il progetto sarà finanziato dal Mibact e consisterà nella produzione di un film-documentario con protagonisti migranti alle prese con un infinito, surreale viaggio in bus attraverso le campagne umbre. Il progetto, presentato a Perugia in conferenza stampa al cinema Melies, nasce dalla collaborazione fra lo “Studio Lumière”, Società di Produzione Videocinematografica perugina, l’associazione culturale “Lavori in Corso” e la Cooperativa “Frontiera Lavoro”. Erano presenti l’autore e regista Federico Menichelli e lo staff creativo che ha lavorato con lui alla sceneggiatura, nonché alcuni membri dello staff tecnico/artistico ed alcuni attori coinvolti. Ma anche gli assessori comunali Edi Cicchi e Dramane Waguè.

Film-documentario Metafora del viaggio della vita attraverso le culture, i territori e le tradizioni, ma anche attraverso il superamento di difficoltà, barriere, lontananze. Si tratta della prima volta in cui una produzione filmica perugina è direttamente finanziata dal Ministero Cinema di Roma.Tenendo conto del contesto migratorio umbro e del suo radicamento e della sua poliedrica sfaccettatura il cortometraggio potrà non solo raccontare storie di vita ed esperienze positive di integrazione, ma valorizzare le principali comunità presenti nel territorio ed affrontare una analisi antropologica e sociale del fenomeno migratorio. Ambientato dentro un autobus che percorre il territorio umbro, è attraversato da storie di vita e da flashback per raccontare “spaccati di vita” e di “vite possibili”, da narrare sul grande schermo.

Adesioni Hanno inoltre dato la loro adesione artistica i due attori Michele Nani ed Aurora Cossio. Molti enti locali e soggetti privati del territorio stanno fornendo il loro supporto in visione di questa chiara occasione di visibilità a livello nazionale. Saranno inoltre presenti alla conferenza stampa alcuni dei migranti già coinvolti nel progetto come attori, azione innovativa che consente uno spaccato della realtà dall’interno, propositivo e interattivo; in attesa del casting che avverrà nel prossimo mese, il gruppo iniziale di lavoro ha già avviato delle attività di avvicinamento alle tecniche teatrali soprattutto per accompagnarli ad una presenza, di fronte alla telecamera, naturale e diretta. Al progetto cinematografico aderiscono anche alcune Amministrazioni comunali della provincia di Perugia.

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250