lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 12:28
7 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:28

Omicidio di via Oberdan, investigatori a caccia di nuovi elementi nella casa del delitto

Sul posto gli uomini dell’Unità analisi crimini violenti della polizia e quelli della scientifica di Perugia

Omicidio di via Oberdan, investigatori a caccia di nuovi elementi nella casa del delitto
Gli investigatori arrivano sul luogo del delitto (foto U24)

Ha lo scopo di raccogliere ulteriori elementi utili per ricostruire quanto accaduto nella casa del delitto il sopralluogo fatto mercoledì mattina in via Oberdan, dove nei giorni scorsi è stata uccisa Danielle Chatelain, di 72 anni. Omicidio per il quale si trova in carcere Renate Kette, 53 anni. A compiere il sopralluogo, al quale ha partecipato anche la scientifica perugina, sono stati gli uomini dell’Unità analisi crimini violenti della polizia. Secondo la ricostruzione fatta fino a ora Renate Kette il 27 maggio era seduta sul divano, con la televisione accesa, quando Danielle Chatelain prima di uscire le ha detto: «Delinquente, devi andare via». «A quel punto – ha spiegato l’assassina al giudice – non ci ho visto più e l’ho spinta giù per le scale». Dopo aver scaraventato l’anziana per le scale, secondo la ricostruzione fatta dal gip Lidia Brutti, l’ha afferrata per i capelli e con estrema violenza le ha sbattuto il capo contro un gradino. Un omicidio aggravato, secondo il pm, dalla crudeltà, dai futili motivi e dall’età della vittima.

FOTOGALLERY: IL SOPRALLUOGO
TUTTO SULL’OMICIDIO DI VIA OBERDAN

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250