venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:45
8 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:00

Nuova Supercoppa, la Sir candida Perugia: «Sarebbe grande traino per tutto lo sport cittadino»

Con la rinnovata formula un intero weekend con le migliori quattro squadre dello scorso campionato, ovvero Perugia, Civitanova, Modena e Trento

Nuova Supercoppa, la Sir candida Perugia: «Sarebbe grande traino per tutto lo sport cittadino»
I giocatori della Sir durante la finale contro Modena (foto F.Troccoli)

La final four della prossima Supercoppa italiana di pallavolo a Perugia. Ad avanzare la candidatura è la Sir Safety del presidente Sirci che vuole ospitare al Palaevangelisti, per il quale è previsto nelle prossime settimane un piano di ristrutturazione, le gare al termine delle quali sarà assegnato il primo trofeo della stagione. Oltre alla squadra perugina, a contendersi la Supercoppa saranno altri top team del campionato di volley come Civitanova, Modena e Trento, ovvero le società che hanno conseguito il diritto di partecipare alle coppe europee in ordine di importanza. Quindi le tre partecipanti alla Champions League (Perugia, Civitanova e Modena) e alla Cev Cup (Trento). Giocatori che potrebbero così calcare il nuovo Palaevangelisti nell’ultimo weekend di settembre, termine entro il quale i lavori saranno terminati.

SIR, STOP DI 10 GIORNI PER ATANASIJEVIC

Sirci Quella della Supercoppa 2016 è una nuova formula, dato che da questa stagione la competizione, che si svolgerà non più in un solo giorno bensì in un intero weekend, è stata allargata alle quattro migliori squadre della passata stagione. «Abbiamo fatto presente alla Lega – dice il presidente del club bianconero – la nostra volontà di ospitare la Supercoppa perché riteniamo che Perugia abbia la grande possibilità di essere protagonista nel palcoscenico del volley italiano. Mi auguro e sono certo che tutte le parti in causa faranno la loro parte per garantire, nel caso dovesse essere accettata la nostra candidatura, la perfetta riuscita della manifestazione che porterebbe in città i più grandi campioni internazionali e che sarebbe un grande traino per tutto lo sport cittadino».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250