giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 15:31
14 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:13

Norcia, morso da una vipera mentre lavora: 58enne muore all’ospedale di Spoleto

Il dramma in un allevamento di trote della zona, l'uomo inizialmente avrebbe sottovalutato gli effetti ma dopo un'ora si è accasciato a terra. Lunedì i funerali in cattedrale

Norcia, morso da una vipera mentre lavora: 58enne muore all’ospedale di Spoleto

di Chia.Fa.

Morso da una vipera mentre lavora, cinquantottenne del posto muore in ospedale. E’ deceduto sabato al San Matteo degli Infermi, Roberto Grimaldi, il dipendente dell’allevamento di trote che venerdì pomeriggio è stato morso alla mano dal serpente velenoso. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Messaggero.

Morso da una vipera Stando a quanto riferito dai carabinieri l’uomo in un primo momento avrebbe sottovalutato l’accaduto ma un’ora dopo sempre si sarebbe accasciato a terra privo di sensi a bordo vasca. Immediata la chiamato al 118 col personale sanitario intervenuto sul posto che ha rapidamente disposto il trasferimento di Grimaldi all’ospedale di Spoleto dove è sempre rimasto incosciente. Contestualmente si è provveduto a estrarre il siero dalla vipera, uccisa subito dopo il morso,e a inviarlo a un centro specializzato di Padova. Intorno alla mezzanotte di venerdì dal Veneto è arrivata la risposta degli esami di laboratorio per la somministrazione dell’antidoto. Ma l’uomo, padre di due figli, non ha mai ripreso conoscenza ed è tragicamente deceduto intorno alle 13 di sabato al San Matteo degli Infermi. I funerali si terranno il 15 agosto alle 15.30 nella cattedrale di Santa Maria Argentea a Norcia.

Muore in ospedale I carabinieri di Norcia, diretti dal tenente Enrico Alfano, hanno appreso la notizia alcune ore dopo e non risulta che la procura della Repubblica abbia disposto l’autopsia sulla salma del cinquantottenne morto a seguito del drammatico incidente sul lavoro, così è stato formalmente classificato il decesso. I funerali di Grimaldi sono stati fissati oggi pomeriggio alle 15.30 nella cattedrale di Santa Maria dove confluiranno i tanti che in queste ore stanno piangendo l’improvvisa scomparsa del nursino, particolarmente conosciuto nella cittadina di San Benedetto ma anche in buona parte della Valnerina.

@chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • Oliver Gums

    Mi dispiace per la tragedia! Chiedo però cortesemente ai giornalisti che rubacchiano le foto dal web. La vipera che ha dato un morso così velenoso è sicuramente una aspis, tipica della basse quote. Avete pubblicato la foto di una Ursini, vipera d’alta quota, praticamente innocua, animale raro e suoer protetto. Per favore non fate disinformazione, così la gente incontra le ursini in montagna e le massacra a bastonate. Anche la aspis uccide rarissimamente individui adulti sani, è stato veramente sfortunato questo povero lavoratore!

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250