giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 12:10
21 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:36

Norcia dà il via libera al Prg, l’ex sindaco si dimette dal consiglio: ok anche al Piano per Castelluccio

Doppia approvazione centrata a maggioranza, Alemanno: «Questi atti resteranno nella storia della città». Stefanelli lascia ma il gruppo d'opposizione perde anche Balsana

Norcia dà il via libera al Prg, l’ex sindaco si dimette dal consiglio: ok anche al Piano per Castelluccio
Norcia

Via libera al Piano regolatore generale (Prg) e il Piano di azione per la mobilità (Pams) di Castelluccio di Norcia, ma con le dimissioni del capogruppo d’opposizione, l’ex sindaco Gian Paolo Stefanelli e all’uscita dallo stesso gruppo del consigliere Luca Balsana, che dovrebbe passare al gruppo Misto, anche se filtra un feeling con la maggioranza.«»

Norcia dà il via libera al Prg Seduta molto movimentata, quindi, quella di lunedì sera convocata per l’adozione avvenuta a maggioranza della parte strutturale del Prg, che il sindaco Nicola Alemanno ha definito «un’approvazione che resterà impressa nella storia di Norcia perché – ha proseguito – giunge a dare un’anima e un disegno ben chiaro al progetto di sviluppo della nostra città per i prossimi venti anni, attraverso una diffusa partecipazione cercata e trovata dalla nostra amministrazione attraverso le consulte e gli incontri coi residenti». Più nel dettaglio, il sindaco di fronte all’aula ha spiegato: «Il Prg disegna una città smart e resiliente, attenta all’efficientamento energetico e con nuove soluzioni per la viabilità; ma anche siti per lo sviluppo di nuove attività turistico recettive e sportive; la possibilità di ospitare impianti per campi da golf; aree vocate alle produzioni tipiche di eccellenza e all’attivazione di nuovi servizi; un corridoio multimodale per raggiungere Castelluccio a piedi, a cavallo, in bicicletta e un giorno, forse, con una cremagliera; una rete di nuovi parcheggi e servizi (anche per la protezione civile) per il capoluogo e per le frazioni».

Pams di Castelluccio Nella seduta di lunedì, inoltre è stato anche approvato il Pams di Casteluccio, «uno strumento di indirizzo e non di programmazione urbanistica – ha tenuto a precisare il primo cittadino – che arriva dopo un anno di lavoro, fatto di riunioni con la Regione, il Parco, le consulte, la comunità di Castelluccio, la prefettura e le forze dell’ordine, e servirà anche a captare finanziamenti statali ed europei. I suoi obiettivi – ha proseguito – saranno di breve e lungo termine e consisteranno nel rendere compatibile la fruizione del piano di Castelluccio con le sue risorse ambientali e paesaggistiche, come pure nel ridurre le emissioni inquinanti dovute all’eccessivo traffico in alcuni periodi dell’anno e nei week-end». Durante l’illustrazione del Pams, il sindaco ha anche fornito alcuni numeri sull’affluenza turistica a Castelluccio, dove i visitatori rappresentano il 64% di quelli dell’intero Parco nazionale dei Sibillini, per un totale annuo di circa 104 mila.  «Per gestire nell’imminenza questo grande flusso di visite, nel corso di un tavolo di coordinamento per la sicurezza tenutosi nei giorni scorsi a Perugia, alla presenza di forze dell’ordine, prefetto e questore – si legge in una nota del Comune – è stata concordata un’ordinanza sindacale contenente le prime disposizioni per il regolamento del traffico e della sosta a Castelluccio, per il periodo dal 24 giugno al 31 luglio prossimi».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250