Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 30 giugno - Aggiornato alle 21:15

Viaggio tra musica classica e jazz: Sabrina Dente e i giovani del ‘Briccialdi’ in concerto

La rassegna ‘Prendi nota’ entra nel vivo con due esibizioni: sabato al chiostro di palazzo Fabrizi a Terni e domenica a Collescipoli

Appuntamento con la seconda edizione di ‘Prendi nota 2022’ firmata Araba Fenice. Doppio spettacolo nel weekend: sabato la pianista Sabrina Dente al chiostro di palazzo Fabrizi a Terni e domenica nella sala nobile di palazzo Catucci a Collescipoli quattro giovani sassofonisti dell’istituto Briccialdi di Terni.

Sabrina Dente La pianista sarà ospite sabato 11 giugno alle ore 18 nell’affascinate cornice all’aperto del chiostro di palazzo Fabrizi a Terni. Sabrina Dente ha al suo attivo numerosi riconoscimenti in concorsi pianistici nazionali e internazionali, tra cui 19 primi premi ai concorsi di Casale Monferrato ‘C. Soliva’, Cortemilia, Bobbio, Milano ‘C. Vidusso’, Albenga, Cesenatico, Grosseto, Sestri Levante, e molti altri. Ha vinto nel 2001 il primo premio assoluto al quarto concorso nazionale di musica ‘Pietro Argento’ di Gioia del Colle (Bari) e il secondo premio al concorso nazionale ‘M. Clementi’ di Firenze. Ha suonato in tutta Europa non solo come solista ma anche in duo a quattro mani, il ‘Duo Maclè’. A Terni eseguirà un recital che prevede l’esecuzione di una Sonata di Haydn, un’opera di Mozart le Variazioni sul tema ‘Ah, vous dirai-je, maman’ K265 e poi grande spazio al sogno romantico creato dalle opere di Chopin con il Notturno op. 9 n° 2, la celebre Ballata n° 1 op. 23 ed infine lo Scherzo n° 4 op. 54.

Sex firmato Briccialdi Domenica 12 giugno invece si cambia genere musicale. Nella sala nobile di palazzo Catucci a Collescipoli, sede dell’università Pegaso, sempre alle ore 18, grazie alla nuova collaborazione con l’istituto musicale ‘G.Briccialdi’, saranno ospiti quattro giovani sassofonisti, allievi della nostra prestigiosa istituzione musicale cittadina. Marco Mari al sax soprano, Jacopo Cento al sax contralto, Samuele Giuliobello al sax tenore e Gianni Mancini, sax baritono, terranno un concerto che prevede interamente composizioni scritte e arrangiate per quartetto di sassofoni, una formazione cameristica assai interessante e con notevoli potenzialità espressive. Programma assai vario, che ben testimonia la breve ma intensa storia di questo strumento e la sua spiccata versatilità. Si passa da trascrizioni di grandi autori quali Gershwin, a compositori che hanno scritto importanti opere per questa formazione come Bozza, a brani di spiccato carattere jazzistico di Charlie Parker e Charles Mingus, fino ad arrivare ad interessantissime opere originali risalenti ai nostri giorni, proposte da autori quali Pedro Iturralde e Stefano Nanni.

I commenti sono chiusi.