martedì 25 giugno - Aggiornato alle 00:11

Venti anni senza De Andrè: gli eventi in Umbria per celebrare il grande cantautore

A partire dall’11 gennaio una serie di concerti in omaggio a Faber da Perugia, tra musica e teatro, ad Orvieto, con gli Hotel Supramonte. Fino ad Assisi con ‘Pfm canta De André’

Fabrizio De Andrè

di Danilo Nardoni

Un cantautore e un poeta non allineato. Uno che ha stravolto davvero i canoni della canzone italiana con le sue ballate, sempre sospese tra mito e realtà. Uno che ha sfidato gli arroganti di ogni tempo con il linguaggio sferzante dell’ironia, che ha raccontato chi non era “branco” ma chi era minoranza. Quella di Fabrizio De Andrè è stata una personalità complessa, nata fra i vincenti e cresciuta fra i vinti, allo stesso tempo artista per tutti e per pochi. Quell’amico fragile che tutti citano ma molti, anche ultimamente personalità di spicco della cultura e della politica italiana, non capiscono o non vogliono capire fino in fondo. A partire dall’11 gennaio, data in cui ricorre il 20esimo anniversario della morte di De André, in Umbria si assisterà ad una escalation di concerti che porterà fino ad aprile al concerto ad Assisi della Premiata Forneria Marconi con ‘PFM canta De André Anniversary’. A quarant’anni dall’uscita di ‘Fabrizio de André e PFM in concerto’ e a venti anni dalla scomparsa del poeta, la Premiata Forneria Marconi sarà al teatro Lyrick di Assisi il prossimo 8 aprile per portare sul palco l’abbraccio tra il rock e la poesia.

Hotel Supramonte a Orvieto Dal giorno dell’anniversario della sua morte sarà quindi un susseguirsi di eventi da Perugia a Orvieto. Si parte proprio da Orvieto, venerdì 11 gennaio, con gli Hotel Supramonte (band riconosciuta ufficialmente dalla “Fondazione De André”) che propongono un omaggio all’indimenticato artista. La formazione, nata nel 2013, dopo aver calcato i palchi delle province di Viterbo, Terni, Perugia, Roma e Grosseto, con la collaborazione di “AR Spettacoli” intraprende la strada dei teatri: luogo elettivo per la musica di Fabrizio De André, dove i musicisti riescono a creare atmosfere intime ed intense accolte da un pubblico stupito e commosso dal calore con cui i musicisti cercano di restituire il grande patrimonio artistico che il cantautore genovese ha lasciato. Per info: www.teatromancinelli.com; 0763.340493.

La voce degli ultimi a Perugia Alla Sala notari venerdì 11 gennaio andrà in scena ‘Faber, la voce degli ultimi’. A 20 anni dalla scomparsa di Fabrizio De André, Metanoia, in collaborazione con il Comune di Perugia, vuole offrire un tributo ad una delle voci e delle menti più rilevanti e influenti sulla cultura e sulla storia del nostro paese e nella consapevolezza dei nostri animi: un tributo all’uomo, alla sua opera, alle sue parole e ai pensieri, tra musica, arte, teatro. Durante la serata numerosi musicisti eseguiranno brani tratti da molti dei dischi del cantautore ligure: Tuning Voices, Coro Aurora, Ornitorinchi nello Spazio, Olympia & The Hit Men, La Loggia, JAM Group, Sam Feios, Manuel Apice. La mise en scène vuole offrire una visione a tutto tondo della poetica e dell’arte di Fabrizio De André, concentrandosi sulle figure ricorrenti di alcuni dei suoi testi più belli. Faber da sempre è stato capace di narrare le storie degli ultimi, degli outsiders, di tutti coloro che non hanno voce. Partendo dai testi letterari che hanno ispirato le sue composizioni, la serata coinvolgerà la compagnia teatrale Occhisulmondo che parteciperà con i propri attori alle letture di alcuni testi e porrà l’accento sulle parole che hanno ispirato Fabrizio. Dentro la sala verrà allestita una mostra realizzata dall’Associazione, il concept fortemente ispirato alla vita che l’artista conduceva: Fabrizio era un uomo che viveva di notte, circondato dai suoi giornali, sempre con la sigaretta accesa e la sua inseparabile chitarra. A stimolarlo erano i fatti di cronaca, la realtà che lo circondava e i derelitti della società. Il desiderio è di far vivere lo spettatore come in una delle notti insonni del cantautore, nel suo processo creativo e cercando di dare spazio e voce agli Ultimi dei nostri giorni. Di cosa avrebbe cantato oggi? Chi potrebbero essere i protagonisti delle sue storie?. Ingresso gratuito.

Ejanda al Rework Anche i club omaggeranno De Andrè. Al Rework di Perugia tornano gli appuntamenti con “Musica in Barrique” e stavolta sotto i riflettori ci sarà l’artista genovese. Era impossibile per la serata del locale perugino non riproporre quel connubio magico che si crea fondendo la grande poesia del miglior cantautorato italiano con i sapori ed il gusto dei prodotti della nostra terra senza coinvolgere De Andrè. Il primo appuntamento imposto dal calendario vedrà quindi come protagonista la musica di Faber. Sul palco ad omaggiarlo Piccolo Circo Elettro Acustico Ejanda. In cucina gli chef di Umbrò delizieranno i presenti dall’ora di cena con piatti tipici genovesi. In cantina: Giulio Riccioni con i suoi ottimi vini. Per la cena è necessario prenotare chiamando o scrivendo ai numeri: 345/4637056; 392/8243703.

De Andrè davanti al caminetto Il 18 gennaio la Music Farm di Perugia organizza un nuovo appuntamento di “Canzoni da caminetto”, la piccola rassegna curata in collaborazione con Mirco Bonucci, pensando a De Andrè. La formula è la stessa: caminetto acceso col fuoco scoppiettante, un ambiente intimo e accogliente, le luci soffuse, una voce e una chitarra per raccontare un gigante della nostra musica da un punto di vista davvero insolito. Per chi vuole anche cena-buffet dalle ore 20.30. ‘Io ce l’ho con De André’ il titolo della serata, una frase provocatoria per stimolare una riflessione sulle influenze letterarie e musicali del cantautore genovese: da Brassennes a Villaggio alle ballate medioevali, tutto il materiale che Faber ha fatto proprio e ha riproposto alla sua maniera.

Buona novella Ancora il 18 gennaio il cantautore genovese sarà omaggiato al Ciao Rino Club di Perugia. Il trio dei Muri dei Maine interpreteranno le meravigliose canzoni del grande Faber e soprattutto l’album ‘La buona novella’. Info e prenotazioni: 3392747916.

Pfm ad Assisi In occasione del quarantennale dei live ‘Fabrizio De André e PFM in concerto’ e a vent’anni dalla scomparsa del poeta, PFM – Premiata Forneria Marconi, torna sui palchi di tutta Italia con “PFM canta De André – Anniversary”, un tour organizzato da D&D concerti con il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De André, per celebrare il fortunato sodalizio con il cantautore genovese e riproporre una serie di concerti dedicati a quell’evento. ‘PFM canta De André – Anniversary’ farà tappa anche al teatro Lyrick di Assisi, nell’ambito della stagione 2018/2019 Tourné – promossa da AUCMA e MEA Concerti – il prossimo 8 aprile. Per rinnovare l’abbraccio tra il rock e la poesia, alla scaletta originale saranno aggiunti anche brani tratti da ‘La buona Novella’, e sul palco salirà una formazione spettacolare con due ospiti d’eccezione: Flavio Premoli (fondatore PFM), con l’inconfondibile magia delle sue tastiere, e Michele Ascolese, chitarrista storico di Faber. Fabrizio disse: «La nostra tournée è stata il primo esempio di collaborazione tra due modi completamente diversi di concepire e eseguire le canzoni. Un’esperienza irripetibile perché PFM non era un’accolita di ottimi musicisti riuniti per l’occasione, ma un gruppo con una storia importante, che ha modificato il corso della musica italiana. Ecco, un giorno hanno preso tutto questo e l’hanno messo al mio servizio». ‘PFM canta De André – Anniversary’ arriva dopo l’intenso tour mondiale che ha riscosso un travolgente successo dal Giappone alle Americhe passando per il Regno Unito, per poi fare tappa nel nostro paese durante tutta l’estate. Durante i concerti, oltre ai più grandi successi del suo vastissimo repertorio, PFM ha presentato anche brani tratti dal nuovo album “Emotional Tattoos”. Il 13 settembre PFM è stata premiata a Londra come “Band internazionale dell’anno” ai Prog Music Awards UK 2018. La band è stata invitata, per la terza volta, a salire a bordo della “Cruise to the Edge” (CTTE) che partirà a febbraio da Tampa. PFM – Premiata Forneria Marconi è l’unico artista italiano che parteciperà all’evento insieme alle più grandi prog band del mondo, capitanate dagli YES. PFM Premiata Forneria Marconi è un gruppo musicale molto eclettico ed esuberante, con uno stile distintivo che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un’unica entità affascinante. Nata discograficamente nel 1971, la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale, entrando nel 1973 nella classifica di Billboard (per “Photos Of Ghosts”) e vincendo un disco d’oro in Giappone. Continua fino ad oggi a rappresentare un punto di riferimento. Nel 2017 PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella “Royal Rock Hall of Fame” di 100 artisti più importanti del mondo. Prevendite su circuiti Ticketitalia e Ticketone. Sito ufficiale: www.pfmworld.com. Informazioni: www.tourneumbria.it.

I commenti sono chiusi.