mercoledì 23 ottobre - Aggiornato alle 09:40

Un’estate di musica ‘Nel segno di Rockin’Umbria’: si inizia a Terni e poi Umbertide e Perugia

Al Fat Caos martedì 2 luglio il concerto da non perdere dell’Orchestre Tout Puissant Marcel Duchamp XXL. Prime anticipazioni sulla rassegna

Orchestre Tout Puissant Marcel Duchamp

Anche l’estate 2019 si caratterizza “Nel segno di Rockin’Umbria”. Vero e proprio punto di riferimento per tutti gli appassionati di musica e sottoculture giovanili in Umbria negli anni ’80 e ‘90, Rockin’ Umbria continua a percorrere il nuovo cammino intrapreso nelle ultime edizioni. Con il patrocinio e il supporto del Comune di Umbertide, in collaborazione con l’associazione culturale St.Art, l’etichetta indipendente To Lose La Track, l’associazione Effetto Cinema, nel 2019 il festival ritorna sperimentando ancora una formula articolata tra luglio e agosto e seminando germi di “culturazioni” in varie città dell’Umbria: Umbertide naturalmente, storica sede di memorabili edizioni del festival insieme a Perugia, ma anche Terni.

Al via da Terni Si inizia infatti al Fat Art Club \ Caos di Terni martedì 2 luglio alle ore 21.30 con il concerto di Orchestre Tout Puissant Marcel Duchamp XXL. L’orchestra (14 elementi) nasce da un’idea del contrabbassista Vincent Bertholet, quando al Cave 12 di Ginevra gli viene offerta una carte blanche per proporre un suo progetto. Il locale fa parte di un circuito europeo che sostiene e diffonde le musiche di ricerca a cavallo tra i generi, ma la musica della OTPMD si colloca in quello spazio strano dove il pop perde la sua disciplina e la canzone si apre a mille interferenze, combinazioni, colori. È una dimensione artigianale di cui si coglie l’aspetto corale e improvvisativo, ricca di scarti e irregolarità che sono il punto di forza del gruppo. Gruppi come The Pop Group, Rip Rig + Panic, The Ex e Dog Faced Hermans (da cui hanno ereditato il batterista Wilf Plum) sono i possibili progenitori della OTPMD, ma loro sono giovani, perlopiù, e con la sconfinata discoteca globale a loro disposizione. Un concerto che si trasforma in una grandissima festa dove questi bravissimi musicisti provenienti da tutti il mondo incantano il pubblico in un vortice sonoro. La creatura fondata da Vincent Bertholet si ispira alle orchestre africane degli anni Cinquanta e Sessanta, ma assolutamente contemporaneo è il mescolamento di generi e contesti (come Duchamp?): suona insieme rumba, afrobeat, jazz, rock, avanguardia. Il loro ultimo disco, suonato in formato XXL, è Sauvage Formes, uscito ad aprile del 2018, prodotto da John Parish (PJ Harvey, Eels). Per info e prenotazioni cene (tel. 351 5088563).

Gli altri appuntamenti Un gruppo da non perdere quindi, ottimo biglietto da visita per gli altri appuntamenti sempre “Nel segno di Rockin’Umbria” e incentrati su tutti i fronti musicali con concerti e iniziative dedicati al contemporaneo e al territorio. Il 20 luglio torna l’Italian Party, consolidando l’amicizia di Rockin’Umbria con l’etichetta indipendente umbertidese To Lose La Track che ripropone la sua storica festa in piazza San Francesco ad Umbertide. Il 26 luglio (dalle ore 17 al Cinema Metropolis e al Parco Ranieri di Umbertide ) ritorna lo storico format di Rockin’Umbria ‘Umbria Calling’ da sempre dedicato alla musica indipendente umbra nelle sue manifestazioni più interessanti: per l’edizione 2019 rinnova il format trasformandosi in ‘Digital Calling’: serata digital live dedicata alle etichette indipendenti umbre con i produttori aderenti al progetto ispirato appunto alla storica sezione Umbria Calling. Il 27 luglio ci si trasferisce a Perugia (nel chiostro della Casa dell’Associazionismo di via della Viola), dalle ore 19 con Cholo La mini orchestra e il progetto A Bit At. L’8 agosto al chiostro di San Francesco ad Umbertide torna Rockin’Cinema con la proiezione (ore 21) del film “All’assalto – Le radici del rap” e a seguire live e dj set.

I commenti sono chiusi.