domenica 17 novembre - Aggiornato alle 22:02

‘Umbria che spacca’, i Tre Allegri Ragazzi Morti in apertura di festival: completati gli headliner

Dopo Motta (6 luglio) e Gazzelle (7 luglio) già annunciati c’è spazio quindi, venerdì 5 luglio, anche per una band storica della scena indipendente nazionale. Ingresso libero

Tre allegri ragazzi morti

di Re. No.

Ad aprire la settima edizione del festival ‘L’Umbria che spacca’, venerdì 5 luglio, saranno i Tre Allegri Ragazzi Morti. Un altro bel colpo live per l’evento in programma dal 5 al 7 luglio 2019, con il tour del nuovo album della band, ‘Sindacato dei sogni’, che quindi toccherà anche Perugia. Dopo Motta (6 luglio) e Gazzelle (7 luglio), due dei nomi di punta dell’attuale panorama musicale italiano contemporaneo, per il festival perugino è attesa quindi anche una formazione storica della scena indipendente nazionale, tra le più amate in Italia, celebre per il suo rock tutto “a fumetti”. Hanno anche ispirato le ultime generazioni di artisti con la loro musica diretta e poetica. Concerto in programma ai Giardini del Frontone e ad ingresso gratuito, così come quello di Motta (per Gazzelle invece, 25 € + d.p.).

Tre allegri ragazzi morti I Tre allegri ragazzi morti nascono a Pordenone nel 1994, 8 dischi in studio e più di 1500 concerti. Nascondono la loro identità dietro una maschera di teschio disegnata dal cantante, Davide Toffolo, noto autore di fumetti e graphic novel. Hanno dato senso alla parola indipendente, pubblicando con l’etichetta La Tempesta Dischi, la più significativa musica degli ultimi 20 anni: Le luci della centrale elettrica, The Zen Circus, Il pan del diavolo, Popolous, Cacao Mental, Maria Antonietta, Mellow Mood, solo per citarne alcuni. Tre allegri ragazzi morti hanno attraversato generi ed ispirazioni diverse. Dal punk rock naif delle origini, al reggae, alla cumbia, mantenendo sempre una forte riconoscibilità e poetica.

Disco e tour La band ritorna ora in tour con il nuovo album ‘Sindacato dei sogni’. Il disco arriva a tre anni dal precedente ‘Inumani’ ed è pubblicato da La Tempesta, l’etichetta indipendente fondata dai Tre allegri nel 2000. Omaggio già nel titolo al rock psichedelico (sindacato dei sogni è la traduzione di The Dream Syndicate, il gruppo californiano esponente del movimento musicale paisley underground) il nuovo disco dei Tre allegri contiene molte dolcissime novità. Il disco rimette al centro del sound l’incontro musicale tra Davide Toffolo, Luca Masseroni ed Enrico Molteni. Prodotto assieme a Matt Bordin (Mojomatics, Squadra Omega) ’Sindacato dei sogni’ è stato suonato con strumenti preziosi e registrato dai tre di Pordenone, affiancati da Andrea Maglia, in alcune sessioni estive all’Outside Inside Studio sul bordo del magico bosco collinare del Montello, vicino a Montebelluna (Tv). Il nuovo concerto sarà l’occasione giusta per dare spazio a queste nuove canzoni ma anche per riproporre le tracce più belle ed amate scritte in questi anni dai Tre allegri ragazzi morti.

Umbria che spacca Si completa così, per quanto riguarda gli headliner, il cartellone della settima edizione del festival organizzato dall’associazione culturale Roghers Staff con il patrocinio della Regione Umbria, del Comune di Perugia, dell’Adisu e della Galleria Nazionale dell’Umbria. La location, come già annunciato, è quella della scorsa edizione con il ritorno nella splendida cornice dei Giardini del Frontone, nei giorni 5, 6, 7 luglio 2019, oltre che alla Galleria nazionale dell’Umbria per la sezione ‘La Galleria che spacca’. Altre novità e sorprese saranno annunciati prossimamente. Per info: www.umbriachespacca.it.

I commenti sono chiusi.