venerdì 21 settembre - Aggiornato alle 14:22

Umbria Poesia: parole e musica si incontrano nel primo appuntamento del 2017 a Perugia

Martedì 24 gennaio Gian Mario Villalta e Giulia Rusconi si sono confrontati sul rapporto tra poesia e suono, con l’accompagnamento alla chitarra di Giacomo Girolmetti

Il 24 gennaio da Umbrò si è tenuto il primo incontro di Umbria Poesia
Giacomo Girolmetti, Giulia Rusconi e Gian Mario Villalta

di A.G.

Un connubio che potrebbe apparire ovvio ma che ha radici profonde: il rapporto tra il suono e la parola ha attraversato tutta l’evoluzione della poesia e della letteratura. Questa la tematica del primo incontro di Umbria Poesia per la stagione 2017, tenutosi martedì 24 gennaio dalle 19.00 negli spazi di Umbrò a Perugia. Ospiti, i poeti Gian Mario Villalta, direttore del festival ‘Pordenone legge’ e docente, e Giulia Rusconi, giovane artista. Un’ora prima dell’evento, Villalta ha incontrato gli studenti dell’Istituto Pieralli per l’avvio del ‘Progetto scuole’.

Poesia e suono: un legame antico L’espressione attraverso il linguaggio, sia artistico che verbale, nasce insieme all’uomo: chiamato a confrontarsi con il folto pubblico di Umbria Poesia sul legame tra parole e musica, Gian Mario Villalta sottolinea il ruolo fondamentale del ritmo in entrambe le forme comunicative. Per secoli la poesia veniva pronunciata, declamata. I supporti fisici servivano solo a tramandarla. Solo con la diffusione della stampa inizia ad affermarsi una nuova modalità di fruizione. Secondo Villalta, la vera svolta nel rapporto tra segno grafico e suono avviene negli anni ’80 dell’Ottocento: l’occhio diventa protagonista, come ad esempio nella poesia visiva di Mallarmé. Anche Giulia Rusconi considera fondamentale il legame tra parola letteraria e musica: in entrambe le forme espressive ricorrono termini come “risuonare” e “comporre”. Non è un caso che Amelia Rosselli, poetessa figlia del martire antifascista Carlo, scrivesse le sue opere sul pentagramma.

La poesia incontra la scuola Prima dell’evento, Gian Mario Villalta ha incontrato gli studenti dell’Istituto Pieralli. Ha preso così avvio nella giornata di martedì 24 gennaio il ‘Progetto scuola’, ideato da Umbria Poesia per portare la poesia contemporanea tra i giovani. Pressati dai programmi istituzionali, i docenti raramente riescono a traghettare gli studenti oltre Ungaretti o Montale. Sarebbero invece molte e di grande interesse le voci contemporanee da conoscere. Il felice esperimento si ripeterà per ciascun evento: gli studenti potranno incontrare gli autori, per confrontarsi direttamente sui temi della poesia italiana odierna, dopo un primo approccio introduttivo con i testi guidato dai professori.

GUARDA IL VIDEO DELLA PRESENTAZIONE

I prossimi appuntamenti Gli incontri di Umbria Poesia proseguiranno il 21 febbraio con ‘Poesia e Padri’, il 14 marzo con ‘Poesia e Europa’ (nella ricorrenza dei trattati europei), l’11 aprile con ‘Poesia e danza’, il 16 maggio con ‘Poesia e dialetto’ (appuntamento annuale con i dialetti regionali), per concludersi il 6 giugno con ‘Poesia e madri’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.