martedì 19 giugno - Aggiornato alle 12:26

‘Tra_Me’, attesi Pupi Avati e Wulf Dorn. Il giallo ‘Sonia Marra’ diventa un format teatrale

Tra gli eventi al festival di Assisi dedicato al noir, il regista con il suo ultimo giallo gotico e l’intervista allo scrittore di psicothriller. Il caso Marra va in scena

Pupi Avati

di D.N.

Conto alla rovescia per ‘Tra_Me Giallo Fest’ ad Assisi, pronto ad alzare il sipario il 15 marzo sull’attesa prima edizione. Una rassegna dedicata al noir unica in Umbria nel suo genere, che punta sui grandi autori e sugli scrittori emergenti, sul giallo storico, sulle contaminazioni tra scrittura, cinema e altri linguaggi artistici come i fumetti e la pittura. Ma anche incontri fino al 18 marzo con autori, nazionali e internazionali, presentazioni, conversazioni. Tra gli appuntamenti più attesi quelli del 18 marzo con Pupi Avati che racconterà il suo ultimo romanzo, un giallo gotico. Il celebre scrittore di psicothriller Wulf Dorn invece sarà intervistato da Massimo Cirri, conduttore di Caterpillar. Venerdì 16 marzo alle 21, al Piccolo Teatro degli Instabili, andrà in scena il caso ‘Sonia Marra’, con il giallo di Perugia che diventa così un format teatrale.

Pupi Avati Tra i prestigiosi ospiti del ricco programma, per la sezione letteratura, curata da Paolo Mirti, ci sarà anche Pupi Avati, stavolta protagonista con il suo Giallo Gotico. Un appuntamento (il 18 marzo, alle ore 18.30, presso il Palazzo Capitano del Perdono, a Santa Maria degli Angeli) per conoscere il cineasta e sceneggiatore bolognese, che ha firmato diverse pellicole thriller, sotto una veste che esalta lo stretto legame tra le immagini e la scrittura. Il suo ultimo libro, ‘Il Signor Diavolo’ (edizioni Guanda), è ambientato nel 1952 in un piccolo centro del Veneto, dove un aspirante ispettore del Ministero di grazia e giustizia indaga su un omicidio commesso da un ragazzo ai danni di un altro ragazzo. Una storia intensamente nera, ritratto di una provincia non addomesticata, mai del tutto compresa, un profondo Nordest intriso di religione e di superstizione e in cui i confini tra vita e mistero si spostano come l’orizzonte delle paludi. Un mondo dove tutto sembra possibile. Anche l’intervento del diavolo. «Ad un certo punto – racconta Pupi Avati – con il Signor Diavolo si entra nel Gotico maggiore, connotato da aspetti inquietanti e da tenebre profonde. Ho avvertito la necessità di tornare a raccontare storie nere attingendo ai ricordi della mia infanzia, quando per cinque anni sono stato sfollato in campagna. Sono stati 5 anni magici dove ho incontrato la favola nera contadina. Oggi ho provato una sorta di nostalgia per le paure della mia infanzia e della mia adolescenza. Allora c’era il buio che metteva davvero paura, ed il bambino era costretto a riempire quel buio riempiendolo con l’immaginazione. Insomma, avevo voglia di tornare a divertire e spaventare le persone e con il signor Diavolo credo di esserci riuscito».

Wulf Dorn Ci sarà anche lo scrittore Wulf Dorn, riconosciuto come uno degli autori europei di psicothriller più originali, amatissimo dai lettori italiani, tra gli ospiti di ‘Tra_Me Giallo Fest Assisi’. Intervistato da Massimo Cirri, psicologo e autore teatrale conduttore della popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, Dorn (il 18, alle ore 16 presso la Sala della Conciliazione di Palazzo dei Priori) parlerà della complessa relazione tra crimine e psiche. Del resto, lo studio della psicologia dei personaggi rappresenta da sempre la caratteristica principale dei suoi thriller. La sua fama internazionale è stata raggiunta grazie al suo primo romanzo ‘La psichiatra’. Oltre ad aver studiato lingue, ha lavorato per anni come logopedista per la riabilitazione del linguaggio in pazienti psichiatrici. Da sempre appassionato della lettura, Dorn comincia a scrivere vari racconti sin da quando aveva dodici anni. ‘La psichiatra’, pubblicato in Germania il 5 gennaio 2009, è divenuto un caso editoriale grazie al passaparola tra i lettori. A partire dal 2010 il romanzo è stato tradotto in altre lingue, diventando un best seller con oltre 100 mila copie vendute (in Italia le sue opere sono pubblicate dalla casa editrice Corbaccio).

Sonia Marra Il caso ‘Sonia Marra’ sarà protagonista a ‘Tra_Me Giallo Fest’ di Assisi. Protagonista di un format teatrale ‘La ragazza che doveva sparire’ andrà in scena al Piccolo Teatro degli Instabili, venerdì 16 marzo alle ore 21. Pugliese, venticinque anni, studentessa a Perugia, Sonia Marra scompare ufficialmente il 16 novembre del 2006. Un caso non ancora risolto dove compaiono tanti dubbi: il corpo mai ritrovato, una gravidanza e fatti di cui la ragazza era venuta a conoscenza. Perché Sonia è una ragazza che doveva sparire. Italo Carmignani, inviato de Il Messaggero e responsabile della redazione umbra dello stesso quotidiano, ripercorrerà il fatto di cronaca attraverso un racconto per immagini e testimonianze video. Un appuntamento realizzato in collaborazione con il collega Alvaro Fiorucci, e che si avvale del contributo della sede regionale Rai Umbria. L’ingresso è libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili, come tutti gli appuntamenti pronti a prendere il via con la rassegna dedicata al noir.

Altri ospiti Sono tanti altri gli ospiti attesi (tutto il programma su www.trameassisi.it), sia nazionali che internazionali, che saranno ad Assisi per esaltare il travolgente mondo del Giallo tra registi (Manetti Bros, Andrea De Sica, Stefano Mordini, Mauro Gervasini), scrittori (Massimo Carlotto inventore dell’Alligatore, Marco Malvaldi autore della saga dei vecchietti del Bar Lume, Piernicola Silvis), illustratori (Barbara Baraldi di Dylan Dog), giornalisti (tra cui Alessandro Robecchi, Alvaro Fiorucci con ‘Il Divo e il Giornalista – Fotogrammi dal processo per l’omicidio di Mino Pecorelli’) e critici letterari (come Valerio Calzolaio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.