giovedì 20 luglio - Aggiornato alle 22:25

Torna a Terni il Metal fest: sul palco anche gli Iced Earth con Schaffer e Seymour

Band statunitense all’anfiteatro romano per l’unica tappa italiana

Torna l’appuntamento con il Burning ruins Metal fest, il festival metal giunto alla terza edizione. Nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro romano di Terni si esibiranno l’8 luglio gli Iced Earth, una delle più grandi band nella scena heavy metal statunitense, nell’unica tappa italiana.

Iced Eatrth La band, originaria della Florida, si forma a metà degli anni ’80 dal chitarrista Jon Schaffer e dal batterista Greg Seymour. Sperimentano principalmente power metal, passando dall’heavy metal ad un thrash metal che mescola diversi stili degli anni Novanta. Undici album in studio, quattro EP, tre compilation, tre box set, tre live ed un anno di cover; un successo meraviglioso tanto da essere paragonati all’Iron Maiden. A metà giugno uscirà il nuovo capitolo discografico, Incorruptible. Prima di loro sul palco i Buffalo Grillz, una band grind core romana nata nel 2008 dall’incontro di due menti “distorte”, il batterista dei Natron, Max Marzocca e dal cantante degli Undertakers, Enrico Giannone. Ad oggi la formazione si è ampliata introducendo nella band Cinghio, Max e Giustino; il risultato è una miscela ironica con una filosofia Fust and Loud; 16 brani di terrorismo musicale puro vi introdurranno nella loro magia. L’elemento che contraddistingue il sound della band sono le frequenti cavalcate della mando destra del chitarrista, formato da croma e semicroma.

Festival Metal Grandi aspettative dovute al ricco successo degli anni passati. Così il Burning ruins Metal fest tornerà a scaldare l’estate 2017, l’8 luglio dalle 17 porte aperte e line-up ricca con band proveniente da tutta Italia. Si parte dai Sawtish una band modern thrash metal abruzzese, a seguire due band romane, i Black Motel Six e gli Unison Theory. La giornata terminerà con i Battle Ram, accompagnati dai Secret Order, band perugina che deve il suo successo al loro primo EP “Vision of Death”. Musica e suggestione grazie alle scelte del direttore artistico Simone Zampetti che non delude mai il pubblico proveniente da tutta Italia. Quanto ai biglietti, è possibile acquistarlo la sera stessa, ma a tariffa maggiorata: prevendita attiva su Ticketitalia.com.