lunedì 14 ottobre - Aggiornato alle 07:47

Terry Gilliam a Montone: prima che a Perugia il regista è atteso anche nel borgo umbro dove è di casa

Il celebre regista statunitense oltre che al PostModernissimo sarà nella ‘sua’ Montone per una doppia proiezione al teatro San Fedele de ‘L’uomo che uccise Don Chisciotte’

Terry Gilliam a Montone per il suo nuovo film

di D.N.

Cresce l’attesa a Montone per il ritorno di Terry Gilliam, cittadino onorario del borgo umbro. Il regista statunitense, che ha diretto film di grande impatto visivo, venerdì 4 gennaio presenterà al teatro San Fedele il suo ultimo capolavoro: ‘L’uomo che uccise Don Chisciotte’. Un evento da non perdere con doppia proiezione gratuita del film, alle 19.30 e alle 21. «E’ un grande piacere festeggiare l’inizio del nuovo anno insieme al nostro concittadino onorario Terry Gilliam. Una serata d’eccezione per il nostro territorio». Così commenta il sindaco di Montone, Mirco Rinaldi. Prima dell’inizio del film nell’Auditorium San Fedele è prevista, al costo di cinque euro, una degustazione di prodotti tipici con tanto di brindisi. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Montone, Umbria Film Festival, Postmodernissimo e Residenze Instabili.

Anche a Perugia E proprio al Postmodernissimo di Perugia questo gigante del cinema contemporaneo sarà ospite qualche giorno dopo, mercoledì 9 gennaio, per presentare anche qui il suo ultimo lavoro. Prima della proiezione delle 21 ci sarà un’intervista aperta al pubblico condotta da Simone Rossi (PostModernissimo) e Simone Emiliani (Sentieri selvaggi).

Trama ‘L’uomo che uccise Don Chisciotte’ (The Man Who Killed Don Quixote) è un film del 2018 co-sceneggiato e diretto da Terry Gilliam. Liberamente ispirato al Don Chisciotte di Miguel de Cervantes, il film è noto come uno dei più estremi esempi di development hell della storia del cinema, con ben otto tentativi di realizzazione da parte del regista nell’arco di quasi vent’anni. Il film vede protagonista Toby (Adam Driver), un giovane regista pubblicitario cinico e disilluso, che si ritrova intrappolato dalle folle illusioni di un vecchio calzolaio (Jonathan Pryce), convinto di essere il leggendario Don Chisciotte. Imbarcatosi in una folle avventura sempre più surreale, Toby è costretto a confrontarsi con le tragiche conseguenze di un film che ha realizzato quando era ancora un giovane idealista: quel film da studente, adattato da Cervantes, ha cambiato per sempre i sogni e le speranze di un piccolissimo villaggio spagnolo. Saprà Toby riscattarsi e ritrovare un po’ di umanità? Riuscirà Don Chisciotte a sopravvivere alla propria follia? O sarà l’amore a trionfare su tutto?

Curiosità Nato nei pressi di Minneapolis, Minnesota, Gilliam si stabilisce a Londra nel 1960 dove diventa un membro del team dei Monty Python, contribuendone alla vitalità. Terry Gilliam nei suoi quarant’anni di carriera come regista, ha diretto una serie di film di grande impatto visivo, che hanno supportato il potere dell’immaginazione e sfidato gli spettatori a vedere il mondo in modo diverso. Quest’anno, dopo tante disavventure è uscito ‘The Man Who Killed Don Quixote’, di cui nel 2013 diceva: «Lo voglio fare per farlo fuori dalla mia vita. Sono diventato posseduto dalle mie idee, e fino a quando avrò una catarsi queste rimangono e rosicchiano ogni parte della mia vita».

I commenti sono chiusi.