Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 3 dicembre - Aggiornato alle 14:03

Stand up comedy, stagione invernale al Fat art club: da Adriano Viterbini ai Jerusalem in my heart

Una settimana tra musica e intrattenimento al cocktail bar nei pressi del polo museale ternano: ecco gli ospiti

È ripartita la stagione invernale e, anche se con tutte le cautele del caso, il Fat art club, il ristorante, cocktail bar, club che si trova all’interno del polo museale ternano, infittisce la programmazione della sala Verdi con numerose iniziative sia culturali che di intrattenimento. Stand up comedy e concerti, nel fine settimana selezione musicale in vinile a partire dall’ora di cena fino a tarda serata e sabato al ritmo di swing con la band tutta ternana Tandem.

Musica e intrattenimento Lunedì 15 novembre un concerto d’eccezione. Arriva infatti in città Adriano Viterbini, chitarrista di gruppi e artisti importanti quali Bombino, Bud spencer blues explosion, I hate my village, che presenterà a Terni un vero e proprio viaggio nel mondo della chitarra blues. Al via anche il mese dedicato alla stand up comedy: tutti i martedì di novembre una forma d’arte nuova che sta riscuotendo grande successo in tutto lo Stivale. Dopo Giorgio Magri, sarà la volta di Tommaso Faoro, giovanissimo interprete quasi al debutto ma già molto conosciuto tra i più giovani. Mercoledì 17 novembre sarà la volta dei Dead Visions, band capitanata da Francesco Mandelli, noto ai più come attore, sceneggiatore, regista, scrittore e conduttore televisivo ma già da anni attivo nel panorama musicale italiano. Ricordiamo sue collaborazioni con molti artisti anche internazionali tra cui gli Orange e Adam Green. Giovedì 18 novembre, un evento in collaborazione con Le macchine celibi, Fat art club, Caos, Baravai, Letz, Degustazioni musicali e l’Umbria factory festival di Foligno. Sul palco del Teatro Secci una tra le realtà più coinvolgenti della scena d’avanguardia araba, il progetto Jerusalem In My Heart – una performance audio/video il cui nucleo di base è composto dal musicista e produttore libano/canadese Radwan Ghazi Moumneh e la regista di base a Montréal Erin Weisgerber – che tra le tappe del suo tour europeo toccherà anche la città di Terni.

I commenti sono chiusi.