domenica 20 agosto - Aggiornato alle 19:19

Spoleto, al via la Stagione lirica sperimentale con il sodalizio tra Bertolt Brecht e Kurt Weill

Incendio immaginario, sonoro e poetico, nell’opera ‘Mahagonny Songspiel’ in scena l’11 e 12 agosto: il 30 agosto replica a Umbertide. Al centro il Novecento musicale europeo

Mahagonny Songspiel fotografia
Mahagonny Songspiel

di D.N.

Il pubblico dell’anteprima alla 71/a Stagione del Teatro Lirico Sperimentale ‘A. Belli’ verrà accolto venerdì 11 e sabato 12 agosto da tre concerti. Ricco infatti è il cartellone di ‘Eine Kleine Domplatz Musik’, consueta kermesse musicale anteprima della stagione, e dedicata al Novecento europeo, realizzata in collaborazione con il Comune di Spoleto.

Tre concerti Alle ore 18 presso il Teatrino delle Sei ‘Luca Ronconi’ si potranno ascoltare i brani di Benjamin Britten, Francis Poulenc, Aleksandr Skrjabin ed Eric Satie interpretati dai pianisti Alessandro Bistarelli e Diego Moccia, oltre che dalle cantanti Federica Livi e Daniela Nineva. Alle 18.40 circa gli spettatori saranno invitati a spostarsi all’Ex Muso Civico per l’installazione del secondo programma dedicato al Novecento europeo, che avrà come protagonisti i compositori Maurice Ravel, Luciano Berio, Béla Bartók e Manuel de Falla in brani interpretati dal pianista Marco Simionato e dalle cantanti Daniela Nineva e Noemi Umani. Alle 19.20 circa, dopo questi primi concerti, il pubblico potrà assistere presso il Teatro Caio Melisso a ‘Mahagonny Songspiel’, l’opera nata nel 1927 dal sodalizio tra la musica di Kurt Weill ed i testi di Bertolt Brecht nella riduzione originale per pianoforte a cura di David Drew. In questa occasione gli spettatori potranno ascoltare anche il celebre brano ‘Alabama Song’ (conosciuto anche come ‘Whisky Bar’), scritto da Brecht e messo in musica per la prima volta a Baden-Baden per ‘Mahagonny Songspiel’, prima di avere un successo stellare nelle numerose riprese, tra le quali quelle dei Doors e di David Bowie. La regia dell’opera è di Giorgio Sangati, già regista assistente di Luca Ronconi al Piccolo di Milano e avviato ad una brillante carriera dopo il successo per la regia de ‘Le donne Gelose’ di Goldoni al Piccolo di Milano e di ‘Arlecchino servitore di due Padroni’ realizzato nel 2016 per il Teatro Stabile del Veneto. Stesso programma anche per sabato 12 agosto. Sangati pensa ad una riflessione sulle forme e sulla natura delle dipendenze del pubblico di oggi, «nell’epoca di Facebook, Tinder e Amazon», e sostiene che «Mahagonny, la città del vizio e del denaro, ricorda inevitabilmente una rete, una comunità di assuefatti, di addicted… comunità sì, ma di solitudini, di individui legati da bisogni e impulsi ma inevitabilmente soli, alla ricerca disperata di qualcosa che colmi un vuoto, che li sazi… e che ci sazi».

Replica al Festival delle Nazioni Lo spettacolo, coprodotto con il Festival delle Nazioni di Città di Castello, verrà nuovamente rappresentato il 30 agosto 2017 alle ore 21 presso il Teatro dei Riuniti di Umbertide (per info e prenotazioni tel. 075 85.22.823). L’allestimento scenico è di Alberto Nonnato e gli interpreti sono il pianista Corrado Valvo e i cantanti Paolo Ciavarelli nel ruolo di Bobby, Amedeo Di Furia nel ruolo di Charlie, Giordano Farina nel ruolo di Jimmy, Mariangela Marini nel ruolo di Jessie, Annapaola Pinna nel ruolo di Bessie e Marco Rencinai nel ruolo di Billy. La comprensione del testo sarà agevolata dalla presenza di sovratitoli, a cura di Lucia Sorci.

Info Per l’acquisto dei biglietti di ‘Eine Kleine Domplatz Musik’ (€ 8,00 + € 1,00 prevendita fino a due ore prima dello spettacolo): biglietteria del Teatro Caio Melisso (aperta nei giorni 11 e 12 agosto dalle ore 16); Ticket Italia, tel. 0743.222889, www.ticketitalia.com; www.tls-belli.it (tel. 0743.221645); Spoleto Box 25 – Piazza della Vittoria, 25 – tel. 0743.47967, dal lunedì al venerdì ore 10-13 / 16-20.