lunedì 17 febbraio - Aggiornato alle 18:05

‘Sea side’, il quartetto «swing» di Nico Gori ospite del Jazz club Perugia: il concerto per San Valentino

Oltre al clarinettista e sassofonista sul palco del Brufani anche Piero Frassi, Nino Pellegrini e Vladimiro Carboni

Nico Gori (foto Stefano Cerri)

di D.N.

Appuntamento di San Valentino, venerdì 14 febbraio (Hotel Brufani, ore 21.30), per la stagione del Jazz Club Perugia. Protagonista il nuovo quartetto di Nico Gori, clarinettista e sassofonista, che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Tom Harrell, Fred Hersch, Stefano Bollani e molti altri. Il quartetto ‘Sea side’ è completato da Piero Frassi, al piano, Nino “Swing” Pellegrini, al contrabbasso, e Vladimiro Carboni, alla batteria.

Quartetto Il nome “Sea side” prende spunto proprio dal luogo di ritrovo per le prove, vicino al mare, sulla costa livornese, fonte di grande ispirazione. Qui è nato infatti il doppio album dal titolo “Opposites” uscito per l’etichetta discografica Philology e che è composto da due dischi polarmente opposti; il primo è dedicato alle “ballad”, alle canzoni lente ma con ritmo; il secondo invece è composto da brani molto veloci e dal ritmo molto serrato, senza tralasciare l’aspetto melodico. Il tutto sorretto da uno swing di grande stile. Il repertorio del quartetto infatti spazia dal jazz tradizionale a brani originali, con chiari riferimenti alla “swing era” dei maestri Benny Goodman e Count Basie. La caratteristica principale del Nico Gori Sea Side 4tet, è, oltre alla qualità della musica, il grande affiatamento tra gli stessi musicisti che collaborano da anni e costituiscono il nucleo centrale del Nico Gori Swing 10tet, una mini orchestra swing in di 10 elementi in puro stile Cotton Club.

I commenti sono chiusi.