lunedì 25 settembre - Aggiornato alle 06:29

Sassoferrato a Perugia, successo di pubblico e apprezzamento della critica: prorogata la mostra a San Pietro

Gli enti promotori dell’esposizione, curata anche da Vittorio Sgarbi, hanno rinnovato gli accordi con le collezioni e i musei prestatori delle opere

La mostra a San Pietro (foto F.Troccoli)

di D.N.

A grande richiesta, la mostra ‘Sassoferrato dal Louvre a San Pietro. La collezione riunita’, in corso di svolgimento nella Galleria Tesori d’Arte del Complesso Monumentale di San Pietro di Borgo XX Giugno a Perugia, verrà prorogata fino a domenica 5 novembre 2017. L’unanime apprezzamento della critica e lo straordinario successo di pubblico – testimoniato dalle numerose e incessanti richieste di visite guidate da parte di associazioni e scuole – hanno indotto gli enti promotori a concordare un periodo di proroga autunnale.

FOTOGALLLEY

VIDEO

Rinnovati gli accordi La Fondazione per l’Istruzione Agraria e l’Università degli Studi di Perugia hanno così rinnovato gli accordi con le collezioni e i musei prestatori delle opere (fra i quali il Musée du Louvre, la Galleria Nazionale delle Marche, la Galleria Nazionale dell’Umbria, la Pinacoteca Capitolina e numerosi altri musei e privati) per permettere a cittadini e turisti, appassionati e studiosi di ammirare capolavori come ‘L’Immacolata Concezione’, del Louvre e l’inedita ‘Betsabea al bagno’, l’unico nudo conosciuto nella produzione di Sassoferrato.

Curatori La mostra, curata da Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi, è stata organizzata dalla Fondazione per l’Istruzione Agraria in collaborazione con la Regione Umbria e l’Università degli Studi di Perugia, con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del Comune di Perugia e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. La mostra è accompagnata da un ricco catalogo pubblicato dall’editore Aguaplano.

Info e orari È possibile visitare la mostra, ancora fino al 5 novembre, la mattina (10 -13) e il pomeriggio (16-20) fino al primo ottobre; solo il pomeriggio (15-19) dal 2 ottobre al 5 novembre. Lunedì è il giorno di chiusura. Ingresso intero 7 euro, ridotto 5 euro. Visite guidate a 20 euro (gruppi max 20 persone). Per informazioni: Fondazione per l’Istruzione Agraria, tel. 075 33753 e cell. 328 6013446; [email protected]; www.fondazioneagraria.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.