mercoledì 22 novembre - Aggiornato alle 19:03

Sagra musicale umbra, evento in prima assoluta per i 500 anni della Riforma di Lutero

In un concerto-spettacolo, l’8 settembre a San Gemini si incontrano il Signum saxophone quartet, l’attore Mario Monopoli e l’ensemble Libercantus

Signum saxophone quartet

di A.G.

La Sagra musicale umbra presenta, in prima esecuzione assoluta, un progetto  per celebrare il 500esimo anniversario della Riforma luterana. Venerdì 8 settembre (ore 21.00) l’abbazia di San Nicolò di San Gemini sarà teatro di ‘Tesi e suoni (Thesen & Töne)’, un concerto-spettacolo creato e diretto da Daniel Finkernagel.

Lutero, Schütz, Bach e Mendelsshon Un avvincente progetto musicale dedicato a Martin Lutero con una selezione dei suoi più famosi salmi, inni e tesi, presentati in forma di concerto-spettacolo dal Signum saxophone quartet, dall’attore Mario Monopoli e dall’ensemble vocale Libercantus, diretto da Vladimiro Vagnetti. Tra musica, recitazione e melodramma, il concerto porterà in vita il dramma della Riforma luterana attraverso la rapida interazione di parole e musica, scritta e improvvisata. Accanto alle composizioni di Lutero, come ‘Ein’ feste Burg’ e ‘Nun komm der Heiden Heiland’, su cui Signum saxophone quartet  è chiamato a improvvisare, il  la musica di Schütz, Bach e Mendelssohn, a loro volta ispirati dalla Riforma.

Signum saxophone quartet Blaž Kemperle, Erik Nestler, Alan Lužar e Guerino Bellarosa si incontrano a Colonia dove fondano l’ensemble nel 2006. Negli anni sono stati influenzati e ispirati dal Quartetto Ébène, Quartetto Artemis e Gabor Takács-Nágy. Dopo aver vinto premi internazionali, tra cui Lugano e Berlino, il Signum si esibisce regolarmente nei festival e teatri mondiali, come Carnegie Hall di New York, Barbican Centre di Londra, Konzerthaus di Vienna, Concertgebouw di Amsterdam, Palais des Beaux-Arts di Bruxelles, Gulbenkian di Lisbona, Festspielhaus di Baden-Baden, Philharmonie di Lussemburgo, Elbphilharmonie di Amburgo, Konzerthaus di Dortmund, Philharmonie di Colonia, Philharmonic Hall di San Pietroburgo, BASF, Filarmonica di Varsavia, Concertgebouw di Bruges, Centro Paul Klee di Berna, Musikfest di Brema e molti altri. Nel corso della stagione 2016/2017, il Signum ha realizzato il sogno di eseguire il ‘Concerto per orchestra e quartetto di sassofoni’ di Philip Glass a Genova, Cagliari, Verona, Vilnius, Klaipėda, Sofia e Colonia. Sempre alla ricerca di nuove sfide e collaborazioni musicali, il giovane ma versatile quartetto si cimenta anche nel repertorio classico, continuamente rivisitato con arrangiamenti innovativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *