giovedì 23 maggio - Aggiornato alle 09:42

Rodrigo Costa Félix in concerto a Perugia: un viaggio nel Fado portoghese

Al teatro Morlacchi il celebre fadista sarà affiancato dal chitarrista Mário Pacheco, per la stagione degli Amici della musica

Rodrigo Costa Félix e il fado a Perugia
Rodrigo Costa Félix

di A.G.

Sarà Lisbona e il suono del Fado portoghese la “destinazione” del prossimo viaggio degli Amici della musica di Perugia: venerdì 10 maggio il teatro Morlacchi ospiterà il concerto di Rodrigo Costa Félix, uno dei fadistas più noti delle nuove generazioni, insieme al celebre chitarrista Mário Pacheco, proprietario e anima del noto Clube de Fado nel quartiere storico dell’Alfama, e a Miguel Ramos (viola de fado) e da Paulo Paz (viola baixo). Lo stesso giorno alle ore 18.00, nel foyer del teatro Morlacchi, si terrà un incontro dal titolo ‘Fado, il sesto senso che distingue i portoghesi’, in cui Paolo Scarnecchia converserà con Rodrigo Costa Felix.

Il fado è la quintessenza musicale della saudade, parola intraducibile che si spiega solo attraverso la poesia e la musica, e la sua migliore definizione si trova nei versi delle canzoni: un nostalgico e appassionato florilegio sul tema dell’amore e del destino. Lo strumento principe del fado è la guitarra portuguesa, che costituisce l’alter ego della voce: con i suoi trinados e il suo inconfondibile timbro, è l’evocazione sonora del sentimento della saudade. Nella sua funzione solistica viene sostenuta ritmicamente e armonicamente dalla viola de fado (chitarra), a cui spesso viene aggiunta una seconda chitarra dal suono più grave. Il fado è la canzone urbana di Lisbona, che si è sviluppata a partire dalla seconda metà del XIX secolo, e che grazie alla sua persistenza è entrata a far parte della Lista Unesco del patrimonio culturale intangibile dell’umanità nel 2011. Nei suoi versi si ricordano spesso le umili origini di una musica che è stata amata anche dall’aristocrazia e che oggi conta numerosi interpreti anche fra le nuove generazioni.

Rodrigo Costa Félix è sulla scena del fado da vent’anni e ne rappresenta la tradizione, insieme al chitarrista e compositore Mário Pacheco, profondamente legato all’ambiente musicale della canzone urbana di Lisbona. Felix si è formato alla scuola di João Braga e di Carlos Zel (ospite degli Amici della musica nel 2000, assieme ad Argentina Santos), esibendosi in patria in varie occasioni con colleghe come Mariza, Misia, Cristina Branco e Mafalda Arnauth, come in altri paesi europei, negli Stati Uniti e in Estremo Oriente. Meritevoli di menzione i suoi album ‘Fados d’Alma’ (2008) e ‘Fados d’Amor’ (2012), quest’ultimo premiato dalla Fondazione Amália Rodrigues come Best Fado album dell’anno.

I commenti sono chiusi.