Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 24 ottobre - Aggiornato alle 10:59

‘Rock targato Italia’, assegnati premi e targhe: il cantautore umbro Olden «migliore artista emergente»

Per i riconoscimenti dati alla 32esima edizione della storica manifestazione talent-scout il musicista perugino Davide Sellari è in ottima compagnia

Davide Sellari in arte Olden
Davide Sellari, in arte Olden

di Danilo Nardoni

“Cantautore estremamente elegante, amante del pianoforte, dei chiaroscuri e delle atmosfere crepuscolari e di un approccio narrativo decisamente anni ’70 in equilibrio fra tematiche sociali, scrittura narrativa e intimo disincanto”. Questa la descrizione del cantautore umbro Davide Sellari, in arte Olden, che sì è aggiudicato così il riconoscimento di ‘Migliore artista emergente’ per l’edizione 2020 di Rock Targato Italia. Residente a Barcellona da anni, Olden tiene ben salde le sue radici perugine e quando trova il modo si esibisce spesso anche dalle nostre parti.

Manifestazione talent-scout Si sono concluse il 28 e 29 settembre scorso, al LegendClub di Milano, le Finali Nazionali della “rassegna di scouting e premi musicali”. Giunto alla sua 32esima edizione, il concorso, nel tempo, ha contribuito al successo di grandi artisti. Rock Targato Italia è una vera e propria manifestazione talent-scout. Trentadue anni di grande musica sono passati sotto i ponti di uno dei più importanti rock contest nazionali, che ha contribuito a far nascere una scena musicale prestigiosa, un clima musicale eclettico, che da spazio tutt’ora a tutti i generi musicali. Tanti i musicisti, direttamente o indirettamente, sono legati alla storia della rassegna: Timoria, Marlene Kuntz, Le Vibrazioni, Subsonica, Negramaro, Litfiba, Ligabue, Zibba, Giulio Casale, Carmen Consoli.

Premi e targhe Nell’ambito del contest sono state consegnate le Targhe e Premi ad artisti riconosciuti meritevoli con produzioni originali e a diversi operatori del settore musicale, i quali da sempre svolgono la funzione di legame e organizzazione preziosissima con la musica: la comunicazione mediatica e di concerti live. A questi va aggiunto il premio speciale consegnato alla personalità universalmente riconosciuta per professionalità e espressione artistica di grande valore. Mai, però, come quest’anno il comparto musicale discografico (ma tutto il settore cultura) ha vissuto e vive tuttora una stagione straordinariamente difficile. I riconoscimenti, le Targhe di Rock Targato Italia, hanno assunto, malgrado tutto, una valenza particolare, un segnale positivo, una risorsa importante in un momento di riflessione per provare a riprogettare il futuro della musica e delle arti in maniera innovativa, fluida con sensibilità diverse rispetto al mercato. Olden è in ottima compagnia a giudicare dagli altri riconoscimenti assegnati: a Mauro Pagani, artista unico e originale, grande ricercatore musicale, va il Premio Speciale; la Targa ‘Miglior tour’ a La Rappresentante di Lista (musica d’autore con una fortissima verve teatrale); Targa ‘Miglior Album’ a pari merito a Max Zanotti con “Ad un Passo” (album doloroso, poetico e solitario, intriso di fantasmi, ruggine, malinconie e senso di sconfitta) e Non Voglio Che Clara con “Superspleen n1” (atmosfere malinconiche in cui ogni brano è un piccolo capolavoro); Premio ‘Miglior singolo’ a Lorenzo Del Pero con “Verrà la pioggia” (capacità di unire un linguaggio rock raffinato, poetico ed evocative con uno sguardo lucido e tagliente sul mondo); Premio speciale ‘Comunicazione musicale’ a Mario Luzzatto Fegiz, inventore del “lavoro di critica musicale” mainstream; Promoter Locali Rock, Davide Mozzanca, dal Rock Planet al Rock’r’Roll, tanta buona musica; Premio Stefano Ronzani va a CNST – cielinerisopratorino, “per la ricerca, impegno e cultura musicale”.

I commenti sono chiusi.