Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 19 gennaio - Aggiornato alle 20:42

Premio De André, unica artista umbra in gara per il riconoscimento assegnato con il voto del pubblico

Paola Majuri con il brano ‘Lasciami qui’, prodotto dell’etichetta di Dj Ralf, è tra i 20 semifinalisti e in piena corsa per ottenere il premio che sarà consegnato mercoledì a Roma. Come votare

Majuri

di Danilo Nardoni

I primi verdetti del Premio De André sono stati già assegnati. A Daniele Silvestri è andata la Targa Faber e a Neri Marcorè il riconoscimento ‘Quelli che cantano Fabrizio’. Intanto, tutto in vista delle semifinali (a porte chiuse) e della finalissima in programma a Roma mercoledì 12 gennaio all’Auditorium Parco della Musica, aperta al pubblico. Tra i 20 emergenti selezionati, su un totale di 6mila iscritti, gli utenti online possono ora votare l’artista preferito, che verrà premiato con gli altri vincitori scelti dalla giuria presieduta da Dori Ghezzi. Tra questi, l’unica artista umbra in gara è Majuri, nome d’arte della cantante folignate Paola Majuri, con il brano ‘Lasciami qui’ edito su Laterra recordings, l’etichetta di Dj Ralf.

Gli altri semifinalisti Ecco i nomi degli altri semifinalisti: Allafineguglielmo (Palermo), Amaranto (Verona), Andrea Strange, Brama, Lorenzo Santangelo, Mario Vetere, Scapigliati e Ditta Marinelli (Roma), Fogg (Pontedera – Pisa), Fran e i Pensieri Molesti (Torino), Gelardi al Limone (Palermo), Iosonorama (Somma Vesuviana – Napoli), Luca Fol (Rimini), Malarai (Genova), Melga (Massafra – Taranto), Mira (Caserta), Popforzombie (Torino), Simone Cocciglia (L’Aquila), Themorbelli (Acqui Terme – Alessandria).

Majuri Cresciuta ascoltando Elvis Presley, Paola Majuri si è innamorata della musica grazie a suo padre, che le ha fatto conoscere moltissimi artisti. A 16 anni, dopo aver ricevuto in regalo la sua prima chitarra, inizia a scrivere canzoni in inglese e, poco dopo, partono le sue prime esperienze con le band rock. Negli anni successivi, il suo percorso artistico si incontra anche con la musica house: il legame indissolubile con il Red Zone, che frequenta assiduamente, la porta ad entrare in contatto con molti dj e a sperimentare nuove sonorità. Da quattro anni si dedica alla scrittura di brani in italiano, collaborando con diversi artisti della scena locale e nazionale. Insieme a Dj Ralf si è esibita anche in occasione di una edizione del Jova Beach Party di Jovanotti.

I commenti sono chiusi.