martedì 20 agosto - Aggiornato alle 09:59

‘Oltre festival’, a Gubbio un agosto di musica per fondere generi e ampliare conoscenze

Quinta edizione della rassegna musicale che coinvolge artisti e pubblici diversi: attesi, tra gli altri, Ciammarughi, Gatto, Tavolazzi, Zeppetella, Emma Grace e Israel Varela

Ramberto Ciammarughi e Eugenio Allegri al teatro degli instabili di Assisi
Ramberto Ciammarughi

Gubbio come luogo dove la musica si incontra. Per la 5 edizione di ‘Oltre festival’ sarà ancora così nella città dei ceri durante il mese di agosto. ‘Oltre festival’, organizzato dagli Amici della Musica con il patrocinio del Comune di Gubbio, riprende la sua naturale collocazione estiva per la 5^ edizione, con pregevoli novità; si avvale per la prima volta di un importante partner come la scuola di Roma Percentomusica, con la quale intende continuare il progetto anche durante l’inverno, insieme alla Scuola Comunale di Musica di Gubbio. ‘Oltre festival’ mantiene dunque fede a quello che si propone come mission: divenire, non fermarsi, andare al di là degli steccati, degli stereotipi. Un crogiuolo di iniziative musicali tese ad ampliare le conoscenze, a visitare diversi generi fondendoli tra loro. «L’idea – spiega il musicista Giovanni Sannipoli, direttore artistico – è quella di coinvolgere quanti più artisti e pubblici diversi possibili, farli confrontare, far incontrare le loro musiche, con diverse sonorità che riecheggiano il mondo e le sue culture».

Masterclass concert Da giovedì 1 agosto (ore 21:15) prenderà il via una masterclass di 3 giorni con alcuni dei docenti più prestigiosi della Percento, musicisti che non hanno bisogno di presentazioni visto il loro straordinario curriculum che li ha portati ad esibirsi in tutto il mondo collaborando con i più grandi artisti del panorama della musica moderna: Ramberto Ciammarughi (pianoforte), Roberto Gatto (batteria), Ares Tavolazzi (contrabbasso) e Fabio Zeppetella (chitarra). Ci sarà inoltre l’opportunità di ascoltarli nel Masterclass Concert del 1 agosto, presso il Chiostro di S. Pietro, un raro evento che lì vedrà eccezionalmente tutti insieme per Oltre Festival.

Emma Grace Ancora al Chiostro di San Pietro il 4 agosto (ore 21:15) sarà la volta di Emma Grace, cantante e polistrumentista italoamericana che proporrà un repertorio originale (è anche compositrice), grezzo, puro, crudo e sincero, dove la musica va al di là della forma standardizzata della canzone e cresce tramite articolati intrecci tra voce e violino.

La chitarra di Bettelli Il 6 agosto (ore 20:45) è previsto il concerto del chitarrista Roberto Bettelli, collocato nella straordinaria cornice del Cortile di Palazzo Ducale, in collaborazione con la Sovrintendenza ai Beni Culturali. L’artista si presenterà con un excursus degli arrangiamenti originali più belli tratti dai suoi lavori discografici, nello stile che gli è più congeniale, il fingerstyle; la sua abilità nell’utilizzo di questa tecnica gli ha permesso di diventare endorser per famosi marchi di chitarre.

Omaggio ai Pink Floyd Al Teatro Romano giovedì 8 agosto (ore 21:15) un appuntamento dedicato all’intramontabile band dei Pink Floyd con i Dark Side, gruppo a livello nazionale di tutto rispetto, tanto da realizzare sold out ovunque si sia esibito. Anima della band il chitarrista Pierangelo Mezzabarba, tra l’altro grande ideatore e costruttore di testate e amplificatori per chitarre utilizzati dai più grandi chitarristi nel mondo, conosciuto per il suono inimitabile e riconducibile proprio a David Gilmour.

Anteprima Teatro Romano dove, come evento inserito nella 58^ Stagione Estiva del Teatro Romano, è andata già in scena il 20 luglio scorso l’anteprima di quest’anno di ‘Oltre festival’, frutto di una collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Gubbio. “Futura”, questo il titolo del progetto, è stato un omaggio a Lucio Dalla, interpretato in maniera originale, con arrangiamenti ad hoc per una formazione atipica come la Freestyle Orchestra. La band vanta al suo interno musiciste che hanno avuto importanti collaborazioni, una su tutte con Massimo Ranieri; tra esse Emma Re che ha interpretato al femminile la voce del grande autore bolognese.

Musica e live painting Il concerto finale è in programma ancora al Chiostro di San Pietro. L’11 agosto (ore 21:15) toccherà a Frida en Silencio, un progetto del musicista messicano Israel Varela. Si tratta di uno spettacolo che coniuga live painting e musica originale, composta sui singoli episodi della vita di Frida Kahlo, pittrice anche lei messicana. Un’interessante interazione tra due arti che si compenetrano sul palco, tra visione e ascolto grazie al pregevole lavoro di Varela, vincitore tra l’altro di un Arward nel 2009.

Biglietti e info
Posto unico – ridotti sotto i 20 anni e sopra i 65.
Acquisto presso il botteghino sul luogo del concerto oppure presso Ufficio Turistico fine alle 18.
1 agosto – € 15 (ridotti € 10)
4 agosto – ingresso libero
6 agosto – ingresso libero
8 agosto – € 15 (ridotti € 10)
11 agosto – € 15 (ridotti € 10)

Ufficio Turistico IAT
Via Repubblica, 15, 06024 Gubbio PG
tel. 075/9220693 (orario 09–13, 14–18)
www.ilikegubbio.com

I commenti sono chiusi.