mercoledì 21 agosto - Aggiornato alle 00:32

‘Oltre festival’, a Gubbio la musica di Israel Varela incontra la pittura di Frida Kahlo

Messico protagonista per l’ultimo appuntamento della rassegna che con ‘Frida en Silencio’ offre uno spettacolo tra note e live painting

Israel Varela

Messico protagonista per l’ultimo atto della rassegna di concerti ‘Oltre festival – Dove la musica si incontra’. Il concerto finale è in programma al Chiostro di San Pietro (ore 21.15). Domenica 11 agosto toccherà a ‘Frida en Silencio’, un progetto del musicista messicano Israel Varela. Si tratta di uno spettacolo che coniuga live painting e musica originale, composta sui singoli episodi della vita di Frida Kahlo, pittrice anche lei messicana. Un’interessante interazione tra due arti che si compenetrano sul palco, tra visione e ascolto grazie al pregevole lavoro di Varela, vincitore tra l’altro di un Arward nel 2009. Per questo tributo a Frida Kahlo con Varela (voce/poesie/batteria/live electronics) ci saranno Florian Weber (pianoforte), Alfredo Paixão (basso), Anna Lena Schnabel (sassofono), Paola Repele (voce/live electronics), Serena Colombo (live painting).

Varela omaggia Kahlo Fuori dal comune sono la musicalità e la personalità del batterista, compositore, e cantante messicano Varela, celebre per la bellezza del suono, l’omogeneità delle sonorità, della timbrica e l’eleganza esecutiva. Tutti elementi che lo hanno consacrato come uno dei più moderni batteristi sulla scena musicale internazionale. Varela è uno degli artisti più affermati della sua generazione e negli ultimi dieci anni è stato uno dei musicisti Jazz / World / Flamenco più richiesti in Europa, Asia, Medio Oriente e America, viaggiando in tutto il mondo, condividendo la sua musica con il pubblico in più di 30 paesi. Con questo spettacolo si cimenta quindi con una sua famosissima conterranea: la vita di Frida Kahlo è stata segnata dal male, dalla sventura e dalle passioni e la sua fama di pittrice di incubi e sogni, in un linguaggio formale primitivo, crebbe dopo la sua morte, sino a raggiungere la celebrità odierna e onori e tributi da ogni parte del mondo.

Oltre festival Gran finale quindi per ‘Oltre festival’, rassegna che si è caratterizzata ancora una volta come un crogiuolo di iniziative musicali tese ad ampliare le conoscenze e a fondere diversi generi. L’obiettivo è stato quello di coinvolgere artisti e pubblici diversi: dopo l’avvio con il Masterclass concert del 1 agosto che ha visto insieme eccezionalmente Ramberto Ciammarughi, Roberto Gatto, Ares Tavolazzi e Fabio Zeppetella, si sono esibiti anche Emma Grace (4 agosto), Roberto Bettelli (6 agosto), fino all’omaggio ai Pink Floyd con i Dark Side (8 agosto). Diverse e suggestive le location utilizzate: Teatro Romano, Chiostro di S.Pietro, Cortile di Palazzo Ducale. Gubbio quindi come luogo dove la musica si è incontrata nuovamente. Per la 5° edizione di ‘Oltre festival’ è stato ancora così. ‘Oltre festival’, organizzato dagli Amici della Musica con il patrocinio del Comune di Gubbio, ha ripreso la sua naturale collocazione estiva con pregevoli novità; per la prima volta il festival ha avuto come importante partner la scuola di Roma Percentomusica, con la quale intende continuare il progetto anche durante l’inverno, insieme alla Scuola Comunale di Musica di Gubbio. ‘Oltre festival’ ha mantenuto dunque fede a quello che si propone come mission: divenire, non fermarsi, andare al di là degli steccati, degli stereotipi. “L’idea – spiega il musicista Giovanni Sannipoli, direttore artistico – è quella di coinvolgere quanti più artisti e pubblici diversi possibili, farli confrontare, far incontrare le loro musiche, con diverse sonorità che riecheggiano il mondo e le sue culture”.

Biglietti e info Posto unico € 15 – ridotti (€ 10) sotto i 20 anni e sopra i 65. Acquisto presso il botteghino sul luogo del concerto oppure presso Ufficio Turistico fine alle 18. Ufficio Turistico IAT: Via Repubblica, 15, Gubbio; tel. 075/9220693 (orario 9–13, 14–18). Info: www.ilikegubbio.com.

I commenti sono chiusi.