Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 6 dicembre - Aggiornato alle 11:19

Niccolò Fabi torna in tour nei principali teatri: c’è anche il Lyrick di Assisi

Dopo aver celebrato i 25 anni di carriera all’Arena di Verona, il cantautore risalirà sul palco tra aprile e maggio 2023 con un emozionante viaggio musicale tra intimità e suono orchestrale

Niccolò Fabi all'Arena di Verona (foto di Simone Cecchetti)

di D.N.

Niccolò Fabi martedì 16 maggio sarà al Teatro Lyrick di Assisi. Da aprile 2023 l’artista torna live nei principali teatri italiani e per la prima volta insieme all’orchestra, con il “Meno per meno Tour” (organizzato da Magellano Concerti e prodotto da Ovest). I biglietti per l’unica data umbra sono disponibili online e nei punti vendita dei circuiti TicketOne ticketone.it e Ticket Italia ticketitalia.com.

Concerto all’Arena Una grande “prova generale” del tour è quella andata in scena domenica 2 ottobre, in una gremita Arena di Verona quando Niccolò Fabi ha portato sul palco uno spettacolo unico e irripetibile, diviso in due parti distinte: la prima in cui ha rivissuto intimamente insieme al pubblico 25 anni di parole e musica; la seconda rivolta al futuro e a ciò che verrà. Ha presentato, infatti, per la prima volta live, il nuovo brano “Andare Oltre” e ha concluso il concerto eseguendo in anteprima assoluta “Di Aratro e Di Arena”, nuova canzone disponibile in digitale da lunedì 3 ottobre. Entrambi i brani saranno contenuti in “Meno per meno”, un viaggio sonoro tra passato e presente, in uscita per BMG il 2 dicembre e già disponibile in pre-order.

Nuovo tour Inoltre, Niccolò Fabi ad aprile 2023 tornerà in tour nei principali teatri italiani, per la prima volta insieme all’orchestra. “Mi ritrovo a pensare per caso, a quello che un tempo credevo sarei diventato”, si è aperto così il concerto del cantautore romano all’Arena di Verona. Solo un uomo al centro del palco, insieme ai suoi strumenti, pronto a trasportare il pubblico in un “altrove” in cui i sentimenti sono il centro: un crescendo di emozioni vissute attraverso i racconti di brani che hanno scandito i suoi 25 anni di carriera, da “Il mio stato” a “Il negozio di antiquariato”, passando per “Ecco” e “Una somma di piccole cose”. Dal sound intimo e scarno del cantautore si passa al suono magico e fuori dal tempo dell’Orchestra. Si apre con “Andare Oltre” la seconda parte del concerto in cui – accompagnato sul palco dall’Orchestra Notturna Clandestina diretta da Enrico Melozzi, dal suo fedele compagno Roberto Angelini e dal batterista Filippo Cornaglia – il cantautore ha portato in scena uno spettacolo inedito donando un nuovo vestito sonoro ad alcuni brani del suo repertorio, arricchiti dagli arrangiamenti orchestrali del Maestro Enrico Melozzi e dalle componenti elettroniche curate dal musicista e produttore Yakamoto Kotzuga.

Nuovo disco “Per capire e sentire nel profondo quello che è successo nell’Arena mi servirà del tempo e non voglio banalizzare con delle parole quello che adesso mi sembra inesprimibile – dichiara Fabi – Il ringraziamento migliore all’ondata di amore che ho ricevuto è forse offrire qualcosa in più. Ho pensato che questa opera lunga e accurata di orchestrazione, in alcuni casi quasi di riscrittura, fatta con Enrico Melozzi per questo concerto, non dovesse esaurirsi in una unica esibizione. Così ho riunito il meglio di questo lavoro che comprende anche alcune canzoni nuove”.

Parole e musica Dal 1997 ad oggi, Niccolò Fabi ha costruito un percorso incentrato sulla ricerca della libertà espressiva, restando sempre fedele al richiamo artistico e all’urgenza creativa. La sua carriera testimonia l’evoluzione di un uomo e di un artista che ha deciso di immergersi nelle canzoni, portandole alla loro essenza, senza smettere mai di sperimentare e ricercare nuove sonorità. Con più di 90 canzoni, 9 dischi in studio, 2 raccolte ufficiali, 1 progetto sperimentale come produttore, 1 disco di inediti con la super band FabiSilvestriGazzè, 2 Targhe Tenco per “Miglior Disco in Assoluto”, dopo 25 anni di musica Niccolò Fabi oggi è considerato uno dei più importanti cantautori italiani. Nel suo percorso artistico tanta musica, tanta sperimentazione e un avvicinamento sempre più evidente a un sound d’oltreoceano. Cantautore, produttore e polistrumentista, negli anni ha continuato a lavorare sul rapporto tra parole e musica, sia in termini performativi – con appuntamenti all’interno di rassegne culturali – sia in chiave formativa – come docente presso la scuola Officina delle arti Pierpaolo Pasolini.

 

 

 

I commenti sono chiusi.