Quantcast
domenica 3 luglio - Aggiornato alle 23:01

Nasce ‘Settepagine’, la rivista antologica di Settepiani grazie ad un progetto di crowdfunding

L’opuscolo con autori selezionati è supportato dai lettori. Dal 20 aprile laboratorio su narrativa e testo con Matteo Pascoletti

Settepagine, la rivista di Settepiani
Settepagine

di A.G.

Nasce da una costola dell’agenzia letteraria Settepiani la nuova rivista ‘Settepagine’, opuscolo ispirato alla linea editoriale della giovane realtà perugina. Il 26 febbraio è iniziata una campagna di crowdfunding che con 31 sostenitori è riuscita a supportare la realizzazione del numero zero, che partirà come prima voce dando il via a una serie di pubblicazioni previste nel corso dell’anno.

Settepagine Una rivista a carattere antologico, quadrata e colorata, contenente testi di autori del panorama contemporaneo, uniti ad altri selezionati tra i nomi seguiti dall’agenzia, oltre a illustratori, progetti ed eventi da segnalare legati al territorio umbro e non solo. Con il crowdfunding partito sulla piattaforma Edita (www.editabooks.it) ha mosso i primi passi il progetto ‘Settepagine’. Con l’intento di promuovere voci emergenti e di far circolare un prodotto editoriale ricco e stimolante, l’agenzia Settepiani ha avviato il suo progetto di crowdfunding per sostenerne le spese di stampa e di promozione. A fronte di varie ricompense, Settepiani ha messo a disposizione l’opuscolo stampato a chi si è dimostrato interessato a contribuire alla riuscita del progetto.

Scrittori emergenti a confronto A partire dal 20 aprile, Settepiani promuove inoltre un laboratorio sulla narrativa e sul testo condotto dallo scrittore perugino Matteo Pascoletti. Nella sede di Perugia, con cadenza settimanale fino al 25 maggio, il corso affronterà in ogni appuntamento diverse tematiche specifiche relative al mondo della scrittura, dai personaggi alla revisione della stesura finale, passando per dialoghi, descrizioni, stili e struttura d un racconto. Il corso è aperto a tutti gli scrittori che vogliono intraprendere un percorso di lavoro per portare avanti i loro progetti: c’è tempo fino al 15 aprile per iscriversi.«Elemento centrale del corso – spiega Pascoletti – sarà la condivisione dei punti di vista dei partecipanti. Perciò ogni incontro e ogni tema saranno introdotti dalla lettura di un brano su cui ciascuno esprimerà le proprie impressioni». Per partecipare al laboratorio sarà necessario inviare, al momento dell’iscrizione, un testo proprio (edito o inedito) di lunghezza compresa tra le 4 mila e le 8 mila battute spazi inclusi, racconto o parte di un romanzo. Non c’è selezione sui testi, che costituiranno materiale di lavoro. «È fondamentale – prosegue Pascoletti – che i partecipanti si abituino a confrontarsi con più persone e a non dipendere da un unico punto di vista, per quanto autorevole. Il modello della lezione frontale pura concorre alla falsa percezione di un’oggettiva autorevolezza e rende più passivi i partecipanti. Questo è contraddetto dalla prassi della scrittura: un autore solitamente si rivolge a più persone sia nelle fasi di ricerca per un romanzo che nel revisionare un testo, raccogliendo più punti di vista». Per maggiori informazioni e iscriversi: [email protected] – www.settepianiagenzialetteraria.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.