Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 16 gennaio - Aggiornato alle 19:36

Musica e arte, il sassofono di Dimitri Grechi Espinoza in dialogo con la Calamita Cosmica

Contributi musicali di sax solo preceduti dalla presentazione dell’opera di Gino de Dominicis: evento a cura di Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, Maggioli Cultura e Young Jazz

Calamita Cosmica

di Danilo Nardoni

Un inedito e suggestivo incontro tra musica e arte è quello in programma giovedì 6 gennaio con il sassofonista Dimitri Grechi Espinoza che “incontrerà” e “dialogherà” con la Calamita Cosmica. Iniziativa che farà risuonare così nuovamente a Foligno le note dell’intenso progetto musicale Oreb. Appuntamento nella splendida cornice dell’Ex Chiesa della SS Trinità Annunziata, luogo dove è collocato in modo permanente il capolavoro di Gino de Dominicis e seconda sede del Ciac (Centro italiano arte contemporanea) che ospita anche incontri, conferenze, esposizioni temporanee, e come in questo caso pure concerti.

Musica e arte Un evento straordinario promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, che condivide e sostiene le progettualità che si articolano all’interno dei due poli del Ciac, organizzato da Maggioli Cultura in collaborazione con l’Associazione culturale Young Jazz. I contributi musicali di sax solo, preceduti da un breve focus di presentazione dell’opera, si articoleranno in tre sessioni (ore 17.30, 18.30, 19.30) per permettere la maggior partecipazione possibile nel rispetto delle vigenti normative anticovid (per info e prenotazioni: tel. 334.8980051 – 366.6635287; [email protected]).

Dimitri Grechi Espinoza

Tornano le note di Young Jazz Con questa iniziativa, portando così a Foligno un artista ospitato già in alcune precedenti edizioni di Young Jazz Festival, l’omonima associazione vuole incontrare nuovamente il suo pubblico e al tempo stesso dare un segnale di speranza per la ripartenza definitiva anche del mondo della cultura, dei concerti e degli spettacoli dal vivo, dopo due anni di attese e false partenze. Young Jazz, dopo aver partecipato in questo finale del 2021 alle sinergie create con l’Umbria Factory Festival (progetto artistico multidisciplinare dedicato ai processi di creazione contemporanea che si è svolto tra ottobre e dicembre a Foligno), attraverso questo nuovo evento dà il suo contributo per poter avviare il nuovo anno sotto un buon auspicio, attraverso le emozioni che solo la musica può creare. Con l’obiettivo di poter finalmente tornare anche a riproporre la tanto attesa 16esima edizione del festival, dopo aver festeggiato il quindicennale nel 2019.

Dimitri Grechi Espinoza Nato a Mosca nel 1965, ha frequentato il Jazz Mobile di New York e completato i corsi di alta qualificazione professionale presso Siena jazz con P. Tonolo. Nel 2000 ha fondato il gruppo Dinamitri Jazz. Nell’agosto del 2001 è stato invitato a suonare al festival Panafricano a Brazzaville (Congo). Dal marzo 2002 al 2003 ha collaborato con Goma Parfait Ludovic, direttore della compagnia congolese Yela wa. Nel 2011 ha partecipato al “Fesival Au Desert” in Mali, e dal 2012 al 2014 ha diretto il progetto “Azalai-Carovana musicale” con il quale ha suonato in alcuni dei più grandi festival europei. Il progetto musicale “Oreb” è stato già rappresentato, tra gli altri luoghi, presso il Pantheon a Roma, al Museo degli Uffizi di Firenze, alla Chiesa della Pietà di Venezia, alla Cattedrale St.Giles di Edimburgo e a Notre Dame d’Espérance a Parigi.

I commenti sono chiusi.