mercoledì 22 novembre - Aggiornato alle 19:27

Musica classica, a Castel Rigone ventesima edizione del festival dei Giovani concertisti

Dal 18 luglio al 24 agosto 11 concerti con orchestre, gruppi cameristici e lirica. Apertura con l’Orchestra da camera di Perugia

Giovani concertisti a Castel Rigone
Orchestra da Camera di Perugia

di A.G.

Talenti in ascesa e artisti affermati condivideranno il palco del festival internazionale dei Giovani concertisti di Castel Rigone, in programma con undici concerti dal 18 luglio al 24 agosto. Progetti musicali di grande livello che spaziano dall’ascolto solistico alle perfomance di orchestre, gruppi cameristici e lirica.

Primo concerto: Orchestra da camera di Perugia Il festival dei Giovani concertisti celebra i vent’anni con un cartellone speciale, aperto a diversi generi e proposte, dopo il successo – ricordato dal direttore artistico Cristiana Capano – delle due anteprime che hanno coinvolto giovani artisti locali e dei corsi di formazione con adesioni da tutta Italia. «L’ensemble strumentale dell’Orchestra da camera di Perugia inaugurerà il festival martedì 18 luglio, eseguendo anche due tra le più famose serenate per fiati e archi di Mozart e Brahms. Ogni serata sarà l’occasione per conoscere giovani artisti e progetti importanti del panorama musicale internazionale», ha dichiarato Capano. La nuova Orchestra da camera di Perugia nasce dalla pluriennale esperienza di giovani musicisti umbri nella diffusione della cultura musicale, soprattutto in relazione alle produzioni rivolte alle scuole. La collaborazione fra strumentisti, attivata all’interno del progetto ‘Musica per crescere’ della fondazione Perugia musica classica, ha portato alla creazione di un complesso di archi e fiati, espandendo l’attività concertistica grazie alla nuova formazione, composta di professionalità consolidate dalla collaborazione con alcune delle migliori orchestre nazionali. Dal 2015 l’Orchestra collabora con il direttore Nil Venditti, per due anni consecutivi (2015 e 2016) si è esibita per Radio 3 Rai con due concerti trasmessi in diretta nell’ambito di Radio 3 Europa/Umbria Libri.

Il programma. Ospite David Riondino Il 20 luglio salirà sul palco il pianista Domenico Codispoti, uno dei più grandi talenti dell’Italia musicale d’oggi, in un recital dal titolo ‘L’eredità romantica’, con musiche di Chopin e Rachmaninov. Il 23 luglio seguirà il concerto del giovane violinsta Oleksandr Pushkarenko, tra i pochi al mondo ad usare la postura di Paganini. Spazio agli archi con il sestetto Concordanze il 25 luglio, in un progetto sperimentale con musiche di Tchaikovsky e Schoenberg, sarà poi la volta di ‘Rosso’ (27 luglio), con Mosè Chiavoni ai clarinetti e sax e Luciano Biondini alla fisarmonica, un accattivante percorso intorno alla musica Klezmer con brani originali dalla sonorità mitteleuropea. Il 31 luglio esibizione dei Giovani concertisti del Conservatorio ‘Morlacchi’, nella rinnovata collaborazione con le classi di musica da camera. Dopo una pausa per la Festa dei Barbari, i concerti riprendono il 10 agosto con ‘Opera Gala’, l’orchestra Racous Rossini diretta da Max Fane che propone famose arie d’opera di Mozart, Rossini, Donizetti, Puccini. Il 16 agosto molta attesa per Scanzonati, concerto per trio e voce disturbante di e con David Riondino e Gabriele Mirabassi e gli Amori sospesi: Nando di Modugno (chitarra) e Pierluigi Balducci (basso acustico). Il 18 agosto saranno ospiti due grandi interpreti, Yury Bondarev alla viola e Gabriele Leporatti al pianoforte, entrambi docenti all’Accademia Internazionale Anton Rubinstein di Düsseldorf, mentre il 21 agosto andrà in scena un originale spettacolo dal titolo ‘A quattro mani’, con la prima sand artist italiana Gabriella Compagnone e Daniele Mencarelli al basso elettrico. Grande concerto finale il 24 agosto con l’Orchestra da camera del Trasimeno diretta da Silvio Bruni e la giovane solista di 17 anni Giulia Pasquini al violino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *