mercoledì 20 marzo - Aggiornato alle 08:45

Music fest Perugia: le prime anticipazioni dell’edizione 2019

Torna dal 24 luglio al 20 agosto il festival di musica classica. Annunciati due nuovi docenti, i violinisti Zakhar Bron e Ilya Kaler

Music fest Perugia 2019
Ilya Kaler

di A.G.

Giovani talenti e grandi maestri, come da tradizione, ma anche importanti novità: ritorna dal 24 luglio al 20 agosto il Music fest Perugia, festival di musica classica diretto da Ilana Vered e Peter Hermes, e trapelano le prime anticipazioni: annunciati due nuovi docenti, i violinisti Zakhar Bron e Ilya Kaler, mentre l’organizzazione sta lavorando per avere due orchestre, i Virtuosi Brunenses, diretta da Uri Segal e Gaddiel Dombrowner, e l’orchestra del conservatorio Cherubini diretta da Paolo Ciardi.

Music fest Perugia 2019 Dopo il record della precedente edizione, con 150 giovani musicisti, per il 2019 sono attesi a Perugia circa 200 studenti provenienti dai migliori conservatori del mondo, a cui si aggiungeranno 50 professori di fama. Tra questi, novità della prossima edizione saranno i maestri violinisti Zakhar Bron e Ilya Kaler. Ritorneranno le consuete serate affidate a raffinati esecutori e giovani promesse della musica alla sala dei Notari, alla Basilica di San Pietro e all’Oratorio di Santa Cecilia. Il programma offrirà una serie di master recital e due serate di opera lirica tenute da studenti. In collaborazione con il Conservatorio Cherubini e il Conservatorio di Shanghai, il festival ospiterà studenti di canto che, insieme ai giovani del Music fest Perugia, eseguiranno ‘Gianni Schicchi’, opera comica di Puccini, il 4 agosto a Perugia e il 5 agosto a Firenze. «Speriamo – commentano dall’organizzazione del festival –di essere a Shanghai la settimana successiva, per inaugurare la nuova sala del Conservatorio».

Collaborazioni internazionali e formazione Il Music fest Perugia conferma la sua vocazione internazionale, grazie alle attività “satellite” che gli consentono di collaborare nel mondo con diverse realtà: da Taipei agli Emirati Arabi Uniti, dalla Repubblica Ceca al Canada. Rinnovando l’attenzione verso i giovani talenti, per l’edizione 2019 sono indette borse di studio per partecipare al festival grazie al contributo di alcuni sponsor, mentre sono previste audizioni a Bucarest e Tbilisi. Tra i giovani musicisti del Music fest Perugia, alcuni si distinguono per i riconoscimenti ricevuti e le competizioni internazionali a cui hanno partecipato: Nathan Lee e Maxim Lando sono stati protagonisti della Young Concert Artists ed Eva Gevorgian ha ottenuto il primo premio alla Cleveland institute of music competition.

I commenti sono chiusi.