mercoledì 16 ottobre - Aggiornato alle 17:42

Mogol e Paolo Belli presentano il #ConcertoPerLaVita: sul palco per il Serafico di Assisi

Il 4 ottobre al Teatro Lyrick anche Arisa, Neri Marcorè, Simone Cristicchi, Morgan, Enrico Ruggeri, Marco Masini, Pupo, Riccardo Fogli, Paolo Vallesi, Rita Pavone

I protagonisti del Concerto per la vita

È tutto pronto per l’appuntamento di venerdì 4 ottobre al Teatro Lyrick di Assisi, dove alle ore 21 si accenderanno i riflettori sul “Concerto per la vita” a favore dell’Istituto Serafico, il grande evento di solidarietà nato dalla volontà di Mogol (ideatore e socio fondatore della Nazionale Italiana Cantanti), Paolo Belli (presidente Nic) e Gianluca Pecchini (direttore generale Nic) che hanno chiamato a raccolta, nella città simbolo della pace e della spiritualità, tanti grandi artisti del panorama musicale italiano. La presentazione dell’evento si è svolta al palazzo della Provincia di Perugia, dove Paolo Belli ha annunciato con grande soddisfazione il tutto esaurito.

Tante star Nel giorno dedicato a San Francesco, in cui si celebra anche la giornata nazionale del dono, accompagnati dalla Paolo Belli Big Band, si alterneranno sul palco Mogol, Paolo Belli, Arisa, Neri Marcorè, Simone Cristicchi, Morgan, Enrico Ruggeri, Marco Masini, Pupo, Riccardo Fogli, Paolo Vallesi, Rita Pavone, Mario Lavezzi, Amara, Giuseppe Anastasi, Gianmarco Carroccia, Raimondo Todaro e Veera Kinnunen. Lo spettacolo riserverà anche altre sorprese come duetti inediti tra gli artisti e lo straordinario coinvolgimento di alcuni dei ragazzi dell’istituto Serafico di Assisi. Sul palco Mogol e Paolo Belli saranno coadiuvati da Katia Giuliani e Roberto Gentile di Radio Subasio, la radio ufficiale del Concerto per la Vita che trasmetterà in diretta l’evento.

I letti di Francesco L’incasso della serata sarà devoluto all’Istituto Serafico per sostenere il progetto “I Letti di Francesco”, un’iniziativa pensata per i bambini disabili gravi che vivono in contesti di bisogno. Una risposta concreta al grido di aiuto di molte famiglie in difficoltà, che non hanno i mezzi per assistere in modo idoneo i propri piccoli.

La presentazione «ll Cet, la Nazionale Cantanti e il Comune di Assisi – ha dichiarato Mogol – assieme agli artisti che parteciperanno all’evento, e che ringrazio di cuore, si sono uniti per far conoscere la realtà dell’Istituto Serafico al mondo. Ci tengo molto a ribadire che se il mondo fosse come il Serafico sarebbe un mondo perfetto». «Essere al fianco del Serafico di Assisi insieme ai miei compagni di squadra – ha commentato Paolo Belli – è un dovere come presidente della Nazionale Cantanti, ma soprattutto è un onore come uomo. Si tratta di una struttura meravigliosa che ha molto da insegnare a tutti noi». «Ancora una grande intuizione di Mogol che dal campo di calcio – ha sottolineato Gianluca Pecchini, Dg della Nic – ci porta al Teatro Lyrick di Assisi. Con il nostro presidente Paolo Belli ci siamo messi subito a disposizione per l’Istituto Serafico. Se l’Associazione Nazionale Cantanti – continua Pecchini – è arrivata così lontano ed ha superato i 94 milioni di euro interamente devoluti, lo deve a tutti i cantanti che le hanno dedicato il proprio tempo e impegno per sostenere chi ha bisogno. Spero che questo grande evento di Assisi del 4 ottobre, data e luogo a noi carissimi, a favore del Serafico, sia solo la prima edizione del ‘Concerto per la Vita’ e ci auguriamo che ad essa ne seguiranno altre».

Di Maolo: «Grazie» «Voglio esprimere tutta la mia gratitudine a Mogol, che ha preso a cuore sin da subito i ragazzi del Serafico, condividendo con Paolo Belli e Gianluca Pecchini – che ringrazio sentitamente insieme a tutta la Nazionale Italiana Cantanti – il grande impegno nella promozione della vita che, attraverso questo straordinario evento di solidarietà e la forza inclusiva della musica, ci permette di veicolare messaggi oggi più che mai importanti. Perché la musica appartiene a tutti, è priva di barriere ed è in grado di accarezzare il cuore delle persone», ha dichiarato Francesca Di Maolo, presidente dell’Istituto Serafico. «Per i nostri ragazzi, in particolare – ha aggiunto – la musica diventa cura e rappresenta uno strumento fondamentale per esprimere le loro emozioni. Attraverso di essa possono scorgere la bellezza del mondo, soprattutto coloro che non possono vedere. Perché la musica è il racconto dell’anima di chi non può parlare, è vibrazione della vita per chi non può udire ed è il volo verso i confini del mondo per chi non ha gambe per camminare».

Assisi onorata «La città di Assisi – ha dichiarato Stefania Proietti, sindaco della città di Assisi – è onorata di ospitare il Concerto per la Vita a favore dell’Istituto Serafico. Sarà un momento importante, di emozioni e solidarietà, grazie alla presenza di tanti big della canzone italiana. Voglio personalmente rivolgere un ringraziamento particolare al Maestro Mogol per la sensibilità e l’affetto nei confronti di Assisi e soprattutto di un’eccellenza come il Serafico e attraverso lui abbracciare tutti coloro che si sono adoperati per realizzare il Concerto del 4 ottobre. Assisi è il centro della spiritualità, del dialogo e dell’incontro, un concerto organizzato per un Istituto come il Serafico, dove vivono disabilità e amore e dove il dialogo e l’incontro diventano il motore della convivenza, è la migliore testimonianza concreta di cosa vuol dire essere solidali. Questo evento che in pochi giorni ha riscosso una valanga di adesioni può essere considerato il primo di una lunga serie perché è commovente vedere tanta gente rispondere positivamente a un appello verso chi soffre. In un mondo come quello che viviamo e in un’epoca storica come la nostra, gesti come questi sono da sottolineare ed esaltare e le istituzioni hanno il dovere di incoraggiarli».

Per sostenere l’Istituto Serafico di Assisi

Conto Corrente Postale 10556066 intestato a “Istituto Serafico per Sordomuti e Ciechi Assisi”

oppure vai al sito https://www.serafico.org/ e Dona online

I commenti sono chiusi.