martedì 22 ottobre - Aggiornato alle 18:17

Mishima Fest: a Terni tre giorni di musica dal vivo con ingresso gratuito

Terza edizione del festival organizzato dal locale. Sul palco Meds, Lisa Melissa & Mess, Jo Carley and The Old Dry Skulls

Mishima Fest: concerti a Terni
Mishima Fest 2019

di A.G.

Tre giorni di concerti gratuiti all’aperto in largo Ludovico Silvestri, a Terni: dall’11 al 13 luglio torna per la terza edizione il Mishima Fest, festival organizzato dal locale di via del Tribunale. Proprio nella piazzetta a fianco del club si esibiranno, a partire dalle 21, gli headliner Meds (11 luglio), Lisa Melissa & Mess (12 luglio), Jo Carley and The Old Dry Skulls (13 luglio), anticipati da altrettanti artisti nelle vesti di opening act.

Giovedì 11 luglio inaugureranno il Mishima Fest i Meds, anticipati sul palco da Marta Fabrizi, vincitrice di Musicaffamata, contest per artisti under 30 organizzato dal Mishima. I Meds nascono nel 2014 come ibrido tra il mondo dell’elettronica (glitch, idm, organica) e quello dell’alternative indie. L’esordio discografico dei Meds, ‘M01’, è stato prodotto dalla band, affiancata da Steve Lyon (Depeche Mode, The Cure), Jimbo Barry (The Script) e Fefo Forconi (Almamegretta). Il mastering del disco è invece stato affidato al Calyx Studio di Berlino, storico punto di riferimento per band come Daft Punk, Moderat, Thom Yorke e altri.

Venerdì 12 luglio, dopo l’apertura di Almoreyna (menzione della giuria per il contest Musicaffamata), sarà la volta di Lisa Melissa & the Mess. Giovane autrice e cantante francese, Lisa Melissa gira l’Europa con band al seguito, mescolando le chiare influenze soul e Northern soul con il funk, l’R&B e il pop. Per la seconda volta in Italia e al Mishima, si esibirà con la band al completo, composta da cinque elementi. Il terzo e omonimo disco è uscito per l’etichetta francese Q-Sound Recordings. Prima e dopo dj set a cura di Tiziano Ribiscini.

Sabato 13 luglio chiusura con Jo Carley and The Old Dry Skulls, dal Regno Unito: il loro spettacolo è animato e insolito, una combinazione di elementi vaudeville, skiffle, film horror, early ska, calypso, country e blues. Opening act Rosewood (Giordano Conti), terzo classificato del contest Musicaffamata, prima e dopo dj set a cura di Ronks&Kappa.

I commenti sono chiusi.