giovedì 21 marzo - Aggiornato alle 06:55

Festival del Cinema di Spello, dopo la trasferta in Texas arriva il viaggio nella cinematografia con Federico Savina

A Sugar Land aperte le braccia all’Umbria nel segno del cinema italiano. Ora la rassegna torna in Italia e ospita il maestro con storie sulle musiche da film

Federico Savina durante la premiazione del Festival del Cinema 2017
Federico Savina durante la premiazione del Festival del Cinema 2017

di Dan. Nar.

Ancora è lontana la nuova edizione, ma il ‘Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri – Rassegna Concorso Le Professioni del Cinema’ ormai è una macchina molto attiva e per tutto l’anno. Sabato 21 ottobre, alle ore 17 (ingresso gratuito), Spello apre le porte del palazzo comunale al maestro Federico Savina per un viaggio nella cinematografia con l’evento ‘Storie, Curiosità, Aneddoti di compositori italiani di musiche da film’. Savina, docente di Tecnica del Suono del Centro Sperimentare di Cinematografia, farà un excursus sulla storia della musica nel cinema, raccontando aneddoti e piccole storie dei compositori italiani e delle musiche da film. L’evento, promosso dal Festival del Cinema e dal Comune di Spello, sarà condotto da Simona Fiordi. Iniziativa questa che arriva dopo una recente ed importante trasferta. Il Texas infatti ha aperto le braccia all’Umbria nel segno del cinema italiano visto il successo che ha avuto – fanno sapere gli organizzatori del festival – la missione a Sugar Land. La presidente dell’Associazione culturale di promozione sociale Aurora Donatella Cocchini, ideatrice del Festival, alla guida di una delegazione umbra afferma: «E’ stata una occasione per rinsaldare rapporti già avviati e costruire nuove relazioni».

Trasferta in Texas L’Umbria in Texas, il Texas in Umbria. Ad unirle il grande cinema italiano, quello che l’Associazione culturale di promozione sociale Aurora ha portato nella città di Sugar Land attraverso sette pellicole, espressione del migliore Made in Italy. È così che ha preso forma il progetto ‘Umbria in Sugar Land’ che negli scorsi giorni ha visto una delegazione umbra volare oltreoceano per dar vita alla prima edizione di uno spin-off del Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri. «Una mission che ha riscosso grande successo, andando a rinforzare il legame tra due realtà che vedono nel cinema un punto di partenza per allacciare rapporti di carattere economico tra le aziende umbre e quelle texane» afferma Cocchini. Cuore e mente del progetto, la presidente dell’Associazione Aurora, supportata nella direzione da Tiziana Triolo e Manuela Tentoni, referenti per il Texas. Tre donne determinate che insieme hanno messo a punto un’iniziativa che le istituzioni texane hanno sposato in toto, a cominciare dal sindaco di Sugar Land, Joe R. Zimmerman, e dalla presidente della Camera di Commercio di Fort Bend, Keri Schmidt, ma non solo. Ad accogliere la delegazione umbra, infatti, è stata un’intera comunità, compreso il giudice della Contea di Fort Bend, Robert E. Herbert, che ha consegnato alla presidente Cocchini una proclamazione attestante il rapporto di collaborazione che si è instaurato tra il Festival del cinema spellano e gli amici del Texas attraverso il progetto ‘Umbria in Sugar Land’. Diversi i momenti istituzionali che hanno segnato la visita umbra, come l’incontro con la console generale d’Italia a Houston, Elena Sgarbi, e quello con il presidente della Texas Association of Business, Chris Wallace. E poi la visita ad importanti realtà economiche che operano sul territorio: dalle texane OcuSoft e Ben E. Keith all’italiana Omb Valves e fino ad arrivare al Texas Medical Center di Houston. Senza dimenticare, infine, l’incontro tra i produttori umbri del comparto del vino, dell’olio, dei cereali e del tartufo con ristoratori e distributori americani. «E’ stato un grande successo – ha dichiarato la presidente Donatella Cocchini – una preziosa occasione per rinsaldare rapporti già avviati tra l’Umbria e il Texas, ma soprattutto per creare nuove relazioni culturali, economiche e turistiche. Da parte loro – ha proseguito – è stata confermata la volontà di proseguire sulla strada intrapresa, incrementando sia la parte che riguarda l’Umbria in Sugar Land Italian Film Festival, con l’inserimento di nuove sezioni, sia quella relativa a possibili partnership commerciali. Il nostro auspicio – ha quindi concluso la presidente – è che si possa andare avanti con questo progetto anche negli anni a venire». A comporre la squadra umbra, oltre a Donatella Cocchini, anche il sindaco di Spello, Moreno Landrini, la dirigente dell’ufficio Affari europei e relazioni internazionali della Regione Umbria, Anna Ascani, il presidente del Parco 3A-Pta, Massimiliano Brilli, e alcuni produttori. Il progetto, infatti, è stato realizzato in collaborazione con il Comune di Spello, con il contributo della Regione Umbria e la partecipazione dell’Ati 3. Punto cardine però, come detto, il cinema italiano. Sette le pellicole proiettate negli scorsi giorni a Sugar Land e sottoposte al vaglio di una giuria tecnica presieduta dal regista Max Leonida. Ad aggiudicarsi la statuetta dell’edizione 2017 dell’Umbria in Sugar Land Italian Film Festival sono stati: ‘La Pazza Gioia’ di Paolo Virzì come miglior film e migliore sceneggiatura, ‘Veloce come il vento’ di Matteo Rovere come miglior fotografia, ‘Torneranno i prati’ di Ermanno Olmi come miglior regia e ‘Il vangelo secondo Mattei’ come miglior pellicola per il pubblico. La premiazione si è tenuta nel parco antistante l’Auditorium della città di Sugar Land alla presenza del primo cittadino Joe R. Zimmerman e del collega Landrini. «Questo progetto – ha detto il sindaco di Spello – rappresenta un’opportunità unica per la diffusione e la promozione della città di Spello, dell’Umbria e dell’Italia in Texas. L’augurio – ha dichiarato in conclusione – è che i cittadini e le attività del nostro territorio possano instaurare occasioni di approfondimento e di incontro con nuove opportunità consolidando relazioni reciproche in ambito culturale, economico e sociale».

Musica nel cinema Dopo il Texas, quindi, sabato 21 ottobre è in programma l’iniziativa a Spello dal titolo ‘Storie, curiosità, aneddoti di compositori italiani di musiche da film’. L’allerta meteo che era scattata lo scorso settembre aveva reso necessario un rinvio dell’evento ma ora, a distanza di poco più di un mese, tutto è pronto a Spello per accogliere il maestro Federico Savina, docente di tecnica del suono per le lavorazioni di studio e la realizzazione di colonne sonore al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Grande amico del Festival del Cinema di Spello, per il quale nella passata edizione ha curato il corso di sincronizzazione che ha visto protagonisti i giovani allievi della scuola comunale di musica Biagini di Foligno, il maestro Savina torna in Umbria con un imperdibile appuntamento. Alle 17, nella sede del palazzo comunale della Splendidissima Colonia Julia si terrà infatti l’evento. Ad attendere il pubblico sarà un vero e proprio viaggio nel mondo musicale della cinematografia, guidati da una delle figure italiane di più alto spessore del settore a livello internazionale, quel Savina che nel corso della sua brillante carriera ha lavorato con importanti registi come Federico Fellini, Sergio Leone, Luchino Visconti e Michelangelo Antonioni. Ad accompagnare il maestro Savina in questo suo excursus tra le note della cinematografia sarà il musicista Marco Pelliccioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.