Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 24 ottobre - Aggiornato alle 11:26

‘È amore. O è follia?’, il Cocoricò di Riccione rivive in un libro. Presentazione a Perugia

Da Musica Musica l’incontro con i protagonisti della pubblicazione: volantini, fotografie e documenti provenienti dai primi anni di attività, quelli sconosciuti ai più

Una delle performance del Cocoricò nei primi anni '90

di D.N.

‘È amore. O è follia? Cocoricò 1991–1992’ L’archivio dello storico locale di Riccione rivive in un libro a cura di Jacopo Lega di Amphibia e realizzato in collaborazione con il materiale di Ferruccio Belmonte. La presentazione sabato 3 ottobre (ore 17.30) è in programma a Perugia, nel negozio di dischi Musica Musica in via Oberdan. Insieme a Lega e Belmonte ci sarà anche il dj Vincenzo Cerquiglini dell’Associazione St.Art, organizzatrice dell’appuntamento. Ingressi limitati per garantire le misure anti-contagio. Prenotazioni: 075 572 0923. Associazione St.Art che ripropone anche domenica 18 ottobre, al meeting di etichette indipendenti al Link di Bologna, la presentazione del libro. Per l’Umbria saranno presenti alcune etichette come To lose la track.

Territorio d’esplorazione Questa pubblicazione vuole essere la testimonianza di un frangente storico, di un movimento culturale che a partire dalla Riviera Romagnola ha ridefinito i canoni del divertimento individuale e di massa. Un omaggio ad un istante, lungo più di due anni, catturato attraverso le luci e i ricordi degli stessi protagonisti che hanno contribuito a rendere il Cocoricò libero territorio di esplorazione delle più diverse forme di intrattenimento e delle più recondite manifestazioni dell’essere. La pubblicazione raccoglie volantini, fotografie e documenti provenienti dai primi anni di attività del Cocoricò a partire dal 1991 – quelli sconosciuti ai più e a cui riconducono gran parte delle testimonianze presenti nell’archivio personale di Ferruccio Belmonte. Durante il suo percorso come direttore e consulente artistico del Cocoricò, ha conservato le testimonianze che hanno permesso di ricostruire cronologicamente il susseguirsi degli eventi attraverso le singole esperienze vissute.

Copie numerate Il libro è accompagnato da un’introduzione a cura di Jacopo Lega, insieme ad un testo di Roberto Spallacci (co–fondatore di Club To Club e Latin Superb Posse) sul tema del “nomadismo”. Nel raccontare quel “nomadismo”, quando nel week end a Riccione arrivava gente da tutte le regioni, Spallacci ricorda l’alchimia del posto e la nascita di un House Train, progetto al quale ha contribuito, che da Torino – passando per Novara e Napoli – portava i discepoli della notte fino a Riccione. Sembrano lontane un secolo ormai le feste in quel dancefloor. Si narra anche che dopo un viaggio al Louvre di Parigi si sia deciso di costruire sulle colline della riviera romagnola quella piramide di cristallo simbolo del Cocoricò, simbolo di unione tra cielo e terra. Ora con questa pubblicazione, 300 copie numerate, rilegate a mano, si cerca di circoscrivere uno stile di vita che dall’apertura del locale fino alla sua chiusura ha abbracciato in Italia una generazione.

I commenti sono chiusi.