lunedì 14 ottobre - Aggiornato alle 08:45

‘Diritti a Todi’: il programma completo del film festival internazionale sui diritti umani

Diritti umani, arte e cultura si incontrano a Todi dal 25 al 28 gennaio. «Umbria da sempre sensibile alle tematiche umanitarie»

'Diritti a Todi', presentato il programma completo
La presentazione del programma al Postmodernissimo

di Angela Giorgi

‘Diritti a Todi’, il film festival internazionale dedicato ai diritti umani, farà convergere in Umbria tematiche umanitarie, arte e cultura con un ampio programma di iniziative, dal 25 al 28 gennaio. «La scelta di farlo a Todi è legata anche all’Umbria: queste zone da sempre pongono attenzione ai diritti umani, a cominciare dall’esperienza della Marcia per la pace», ha dichiarato Francesco Cordio, direttore artistico del festival.

IL TRAILER DEL FESTIVAL

I film in concorso Quattro giorni di cinema documentario sul tema dei diritti umani, in collaborazione con Unhcr, Cittadinanzattiva onlus, Save the children e DocU (Documentaristi Umbri). Il film festival ‘Diritti a Todi’ ha in serbo un programma ricco di spunti e iniziative che, partendo dal cinema, arriva a includere tutte le arti. In concorso, nove lungometraggi e tredici corti da tutto il mondo. Le proiezioni dei lungometraggi, che si svolgeranno presso il Cinema Jacopone di Todi e saranno valutate dalla giuria presieduta da Daniele Vicari, inizieranno il 25 gennaio con due anteprime europee: ‘La vida después de Guantanamo’ di Esteban Alfredo Cuevas dall’Argentina e ‘Ketermaya’ di Lucas Jedrzejak dal Regno Unito, presente in sala, che si collegherà via Skype con il campo profughi siriani di Ketermaya in Libano. Giovedì 26 gennaio sarà la volta di due anteprime mondiali, con i registi in sala: ‘Nuovo Alfabeto Umano’ di Alessandro Mian e Alessandro Cattaneo dall’Italia e ‘The Digital Leader’ di Adrian V. Eagle dalla Francia. Il 27 gennaio sarà proiettato per la prima volta in Italia ‘Dancing Resistambul’ di Claudia Carolin Münch e, in anteprima europea, ‘No Man is an Island’ di Tim De Keersmaecker dal Belgio. Sabato 28 gennaio, in anteprima europea e alla presenza dell’autrice, verrà proiettato ‘Refugee era’ (Turchia) di Husniye Vural, ‘Umudugudu! Rwanda 20 years on’ di Giordano Cossu (Italia) e, in chiusura, ‘Gulistan, Land of roses’, diretto da Zayne Akyol dal Canada, presente alla proiezione. Tredici i cortometraggi in concorso, sottoposti alla visione della giuria presieduta da Camilla Filippi: si parte il 25 gennaio con “Dignity” (Monica Mazzitelli, Italia) e ‘Sustainable Futures: Survivor girls’ (Nicole Watson, USA). Anteprima europea il 26 gennaio per ‘Beauty, courage and strenght in the Occupied West Bank’ (Glorianna Ximendaz, Costa Rica), ‘One day in July’ (Hermes Mangialardo, Italia, presente in sala) ‘Un Lugar’ (Ivan Fernandez de Cordoba, Spagna) e ‘Lurna’ (Nani Matos, Spagna). In chiusura, l’anteprima mondiale di ‘Danceability, Alito Alessi in Italia’ (Lorenza Fruci, Italia, presente in sala). Venerdì 27 gennaio proiezioni di ‘Love’ (Sophie Chamoux, Francia), ‘Cuerdas’ (Pedro Solis Garcia, Spagna) e ‘The world in my dreams’ (Anusha Srinivasan Iyer, India).

Le giurie del festival La giuria dei lungometraggi è composta dal regista Daniele Vicari (Presidente), dal cantautore Daniele Silvestri, dal critico cinematografico Maurizio Di Rienzo, dal direttore di LaEffe Riccardo Chiattelli e dal presidente dell’associazione Museo Nazionale del cinema Vittorio Sclaverani. La giuria dei cortometraggi è composta dalle attrici Camilla Filippi (Presidente) e Esther Elisha e dai registi Davide Marengo e Leandro Picarella. La “nuova” giuria stampa che assegnerà il premio ‘Giornalisti per i Diritti Umani’ è composta da importanti nomi del mondo giornalistico: Carlo Ciavoni, Maria Cuffaro, Claudia Di Pasquale, Vittorio Longhi e Giorgio Zanchini.

‘DIRITTI A TODI’, TORNA IL FILM FESTIVAL INTERNAZIONALE SUI DIRITTI UMANI CON DANIELE SILVESTRI

Film fuori concorso e proiezioni speciali Sei i film fuori concorso: ‘Il sogno olimpico’ di Samia di Henk Valk e Angelo Van Shaik, ‘Due euro l’ora’ di Andrea D’ambrosio, ‘Nemico dell’Islam? Un incontro con Nouri Bouzid’ di Stefano Grossi, ‘Boko Haram: les origes du mal’ di Xavier Muntz, ‘La nave dolce’ di Daniele Vicari e ‘Ju Tarramutu’  di Paolo Pisanelli. «Una riflessione su quanto il cinema del reale può fare per le zone colpite dal terremoto», secondo il direttore artistico Cordio. Durante serata inaugurale il Festival propone, in collaborazione con il Consiglio regionale del Piemonte – Comitato per i diritti umani, la visione del cortometraggio ‘Todo Cambia’ di Alessandro Avataneo, docu-film che racconta la percezione dei diritti umani nella società civile. Presenterà il presidente del Consiglio regionale del Piemonte Mauro Laus. A seguire, sarà proiettato ‘Snowden’ di Oliver Stone, un ritratto personale e affascinante di una delle figure più controverse del XXI secolo, responsabile della più grande violazione dei sistemi di sicurezza nella storia dei servizi segreti americani.

Un programma ambizioso Giunto alla seconda edizione, il festival ‘Diritti a Todi’ si arricchisce di spunti e iniziative. «Sono tanti gli appuntamenti che invitano a riflettere», dichiara l’assessore alla cultura di Todi Andrea Caprini. Con un bilancio di ventimila euro, il festival ha potuto contare sul gemellaggio fondamentale di festival nazionali e internazionali: Peloponneso International Doc Film Festival, Cinema del reale, MoliseCinema e ProcidaFilmFestival. Il programma del festival, però, va oltre il cinema con un ampio cartellone di mostre, spettacoli, presentazioni e convegni. In mostra a partire dal 25 gennaio il fotogiornalista Eligio Paoni, il pittore Luigi Caflisch, lo scultore Antonio Buonfiglio, il pittore e filosofo Massimo Diosono, il fotografo Emiliano Pinnizzotto. A dare lustro al cartellone delle mostre, ‘Omaggio a Roberto Giammanco’, promossa dal Centro studi americanistici “Circolo amerindiano” di Perugia, retrospettiva del grande personaggio che ha saputo coniugare l’impegno intellettuale con una straordinaria passione culturale e politica. La mostra sarà visitabile dal 25 al 28 gennaio presso la Sala Affrescata, in via del Monte a Todi. Giovedì 26 gennaio alle 21, Giovanni Scifoni andrà in scena con il suo ironico spettacolo ‘Guai a voi ricchi’ (Teatro del Nido dell’Aquila, ore 21), riflessione semiseria sui valori del cristianesimo originario. In collaborazione con Cittadinanzattiva Onlus, sul palco il 27 gennaio anche la Compagnia teatrale stabile assai della Casa reclusione di Rebibbia, formata dagli ex detenuti del carcere romano che testimonieranno il valore educativo del teatro nelle carceri. Oltre a mostre e spettacoli, anche presentazioni di libri (‘Etty Hillesum. Un altro mondo è possibile’, 26 gennaio, con Isabella Martelli e gli attori del Laboratorio Teatrale Sempreingioco; ‘L’amore vero’, con l’autrice Anna Cherubini e Fabiola Bernardini, 27 gennaio; ‘Ammalò di testa. Storie dal manicomio di Teramo’, con l’autrice Annacarla Valeriano, 28 gennaio) e convegni: ‘Educazione ai diritti umani. Dalla consapevolezza all’impegno’, organizzato in collaborazione con la LiDU – Lega italiana dei Diritti dell’Uomo (mercoledì 25 gennaio ore 11.00),  ‘Bambini o Supereroi? Povertà e diritti dell’infanzia’ con la presentazione dell’Atlante dell’infanzia a rischio 2016 di Save the Children edito da Treccani (gioved’ 26 ore 11.00), ‘Cultura dei diritti, arte e teatro in carcere’ (venerdì 27 ore 18.00), incontro dei Documentaristi umbri con Paolo Pisanelli (sabato 28 ore 10.00), ‘Europa, Mediterraneo, Africa. Non sono luoghi comuni’ (sabato 28 ore 11), un confronto tra giornalisti, operatori umanitari e studiosi di comunicazione sulla necessità di una rappresentazione più accurata, più obiettiva e più profonda di queste realtà. Nell’ottica di un coinvolgimento sempre più radicato del territorio, anche per questa edizione, le scuole di Todi saranno direttamente coinvolte nella manifestazione attraverso proiezioni, dibattiti tra studenti e autori, presenza ai convegni del festival e assegnazione di premi mediante la valutazione dei film in concorso da parte di una giuria di studenti. Coordinatrice delle attività scolastiche, l’attrice Maria Tea Varo.

www.dirittiatodi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.