lunedì 17 febbraio - Aggiornato alle 17:46

Dal Cantagiro fino a Sanremo: il viaggio della giovane cantante di Foligno Valeria Mancini

La ragazza si è affacciata al mondo della musica in punta di piedi ed ora sta ottenendo belle soddisfazioni

Valeria Mancini a Sanremo

di D.N.

Grandi soddisfazioni sono arrivate ultimamente per una giovane ragazza di Foligno che si è affacciata al mondo della musica in punta di piedi. Una passione quella del canto che la accompagna fin da bambina e che in questo periodo della vita le sta regalando grandi successi. Nelle serate del 6 e del 7 febbraio scorso, durante la settimana della kermesse del Festival di Sanremo, i nuovi talenti del Cantagiro hanno avuto modo di esibirsi al Casinò e alla sala Mamely della città ligure. Tra questi anche la cantante Valeria Mancini, vincitrice del Premio Unicef con il suo inedito “Sola al buio” (Pupilli Eugenio e Mancini Valeria) e che si è aggiudica la partecipazione alla presentazione della Compilation del Cantagiro 2020.

Cantagiro e non solo Solo nell’anno appena trascorso ha partecipato a diversi contest canori. A “Una voce per l’Europa” entra a far parte dei 16 finalisti in lingua inglese; al “NY Canta” si gioca la finale con la cover di Mina interpretando “Il Corvo”. Al prestigioso concorso canoro, capeggiato da Mogol, entra nella lista dei semifinalisti con il secondo inedito “Rose senza Spine”(Eugenio Pupilli). Per poi concludere l’anno con la favolosa vittoria al Cantagiro Regionale Umbro e meritare un premio al Cantagiro Nazionale, “Premio Unicef”. Ora la neodiciottenne ha preso parte all’appuntamento di Sanremo mostrando le oramai consolidate qualità canore.

I commenti sono chiusi.