Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 25 gennaio - Aggiornato alle 06:20

Capodanno Rai all’Ast: «Omaggio al lavoro», al pubblico dal vivo pensano Latini e Tesei

‘L’Anno che verrà’ all’acciaieria di Terni, pavimentazione fronte palco e sedute fissate a terra: prossima settimana avvio cantiere

La Tk-Ast di notte
La Tk-Ast (Foto di Luca Pisu)

Cresce l’attesa e si avvicina l’appuntamento col Capodanno di Rai 1 in via di allestimento nel piazzale 4 dell’acciaieria di Terni e quando manca la parola del questore sulle misure di sicurezza per la realizzazione dell’evento, Ast, tv e istituzioni locali hanno predisposto un patto di collaborazione per definire i rispettivi impegni.

Ast Nelle carte si legge tra le altre cose che «Il progetto, mira a realizzare il classico Capodanno in piazza che la Rai Radio Televisione Italiana, mette in onda in diretta la sera del 31.12. nei suoi palinsesti Tv e Tv Sat, con uno spettacolo di varietà canto e ballo, e di intrattenimento con i migliori cantanti e musicisti, ospiti vari, del panorama nazionale ed internazionale. Quest’anno come gli altri la direzione artistica è affidata ad Amadeus. La scelta di preferire uno stabilimento produttivo, anziché una piazza pubblica – è specificato – consiste nel fatto di voler rendere un omaggio al mondo del lavoro, dell’industria e dell’economia, in un momento di ripartenza, per il Paese: lo stabilimento siderurgico di Terni, la cui tradizione risale al 1861, acquista un elevato significato simbolico ed un inedito nei palinsesti televisivi».

Terni Diversi i capannoni e le aree esterne, parcheggi compresi, che la società di viale Brin mette a disposizione per la serata e per i giorni necessari ad allestimento e successiva rimozione delle strutture. Nei patti di collaborazione tra le parti ancora nessun numero preciso sui posti a disposizione per assistere dal vivo allo show, né l’eventuale costo del tagliando anche se non è escluso dagli impegni il servizio di bigliettazione elettronica. Nella lista degli impegni di Comune di Terni e Regione Umbria comunque si legge che i due enti «si obbligano a propria cura e spese a reperire il pubblico che assisterà dal vivo al Programma occupandosi di tutti i relativi aspetti organizzativi». Per quel che ne sappiamo Amadeus ha richiesto che vi sia la partecipazione dei lavoratori di Ast e loro famiglie.

Capodanno Rai Tra gli apetti che emergono, già messi nero su bianco e non secondari anche in termini di sicurezza, c’è la pavimentazione dell’area fronte palco e il fatto che le sedute saranno fissate a terra. Il cantiere sarà avviato la prossima settimana e nell’ambito della realizzazione del programma dell’evento sarà costituita una task force composta da rappresentanti della Regione, del Comune e della Rai che, limitatamente alle aree funzionali dello show e alle collegate attività, avrà il compito, in collegamento con le autorità sanitarie competenti, di individuare le linee guida di comportamento e tutte le misure sanitarie necessarie a tutela di tutti i soggetti coinvolti. «Resta inteso – è indicato nei patti di collaborazione – che Rai sarà responsabile della produzione del programma televisivo, ai fini della sua realizzazione e messa in onda, mentre il Comune sarà responsabile dell’organizzazione dell’evento, inteso come spettacolo dal vivo, intendendo tutto ciò che riguarda lo spazio antistante il palcoscenico (quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l’accesso, il pubblico, lo spazio previsto per la presenza dello stesso ecc.). Maggiori e più dettagliate informazioni arriveranno probabilmente a margine del tavolo col questore Bruno Failla.

I commenti sono chiusi.