Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 24 gennaio - Aggiornato alle 20:07

Capodanno a Terni, tanti big attesi all’Ast: iniziate riprese Rai, ipotesi biglietti gratis

Girandola di nomi da Fiorello a Ermal Meta fino al trio Berti, Fedez e Achille Lauro. Da lunedì via i lavori per allestire il palco

di M.R.

Clip, cartoline, spot, immagini panoramiche e scatti di scorci suggestivi: così le bellezze di Terni e dei dintorni della città dell’acciaio entreranno nelle case di milioni e milioni di italiani la notte di San Silvestro ma anche alcuni giorni prima e per alcuni successivi al grande show di musica e varietà in programma il 31 dicembre su Rai 1. Nessun dubbio su titolo del programma, conduzione, location e timing allestimento, ma alcuni aspetti relativi all’iter organizzativo, anche in termini di fruizione da parte del pubblico dal vivo sono di fatto ancora da definire.

IN ACCIAIEIRIA, PERCHÉ LUOGO SIMBOLO

Capodanno Ast L’anno che verrà, affidato al presentatore e direttore artistico di Sanremo, Amadeus, si terrà nel piazzale esterno dell’acciaieria di Terni e da lunedì entrerà nel vivo l’allestimento del cantiere secondo il timing indicato nell’accordo stipulato tra Comune di Terni, Regione Umbria, Ast e Rai. Quali Vip saliranno sul palco per la serata non è stato ancora ufficializzato ma una girandola di nomi sta facendo salire l’attesa. Si parla di Carlo Conti, Fiorello, il trio Berti, Lauro e Fedez, e poi ancora Gigi D’Alessio, Fabrizio Moro, Irene Grandi, Ermal Meta. Solo indiscrezioni ma per conoscere il programma, dato che la prima settimana del mese se ne è già andata, non dovrebbe mancare poi molto. I telecineoperatori della Rai intanto si stanno portando avanti con il lavoro e già dalla tarda mattinata di sabato sono sul territorio con telecamere tradizionali e droni per catturare le immagini del territorio. Il primo confronto tra enti, istituzioni e questura intanto non avrebbe sciolto tutti i nodi. Se è vero come è vero che a procurare il pubblico saranno Comune e Regione come indicato nel patto stipulato tra le parti, è altrettanto vero che i decisori in questione starebbero vagliando la possibilità di lasciare alcuni posti liberi, fruibili gratuitamente ma ovviamente al netto di prenotazione con annesso costo minimo, o a un prezzo simbolico per devolvere eventualmente gli incassi in beneficenza. Non sarebbe stato ancora stabilito inoltre se i tagliandi saranno disponibili su piattaforma online o magari nelle ricevitorie locali per consentire ai ternani una sorta di prelazione. Non resta che attendere. Anche lavoratori e sindacati aspettano di vederci chiaro in effetti.

I commenti sono chiusi.