sabato 16 dicembre - Aggiornato alle 23:16

Benvegnù a teatro nella ‘sua’ Città di Castello con lo spettacolo H3+: dai primordi della terra al mondo vegetale

Il cantautore, reduce anche dalla vittoria del Premio ‘Musica contro le mafie’, sarà agli Illuminati con questa opera tratta dal suo disco

Paolo Benvegù (foto Boccalini)

di Dan. Nar.

Paolo Benvegnù è decisamente uno degli autori più importanti ed apprezzati del panorama italiano. Fondatore degli Scisma, storica band che è stata al centro del momento d’oro della scena musicale indipendente italiana, vanta una lunga e fortunata carriera anche da solista e che è quindi andata oltre gli anni ‘90: i suoi pezzi, che hanno lasciato il segno nella storia della canzone italiana, sono stati reinterpretati da artisti come Mina, Irene Grandi, Giusy Ferreri e Marina Rei. Stavolta, giovedì 7 dicembre alle 21 al Teatro degli Illuminati di Città di Castello (città anche scelta come sua casa d’adozione), si esibirà non per un concerto vero e proprio ma per uno spettacolo: sarà accompagnato dalla sua band formata da Luca Ronga, Luca “Roccia” Baldini, Andrea Franchi, Marco Lazzeri e Ciro Fiorucci. A teatro aveva già lavorato con David Riondino e Stefano Bollani, per lo spettacolo ‘Presepe vivente e cantante’, e con Gianni Micheli, per lo spettacolo in Rosa Lullaby: oggi torna con H3+, il primo nato da un suo disco, che da dicembre è in scena nei teatri italiani.

Lo spettacolo C’è quindi molta attesa e curiosità per questo spettacolo dal titolo ‘H3+, dai primordi della terra al mondo vegetale’. Un teatrino di marionette dentro il teatro che diventa stanza delle meraviglie. Un viaggio ai primordi del mondo, oggi distrutto e poi rinato sotto forma di pioggia in una nuova terra riossigenata dal mondo vegetale. La memoria dell’uomo conservata nelle registrazioni di un vecchio registratore racconta il mondo che fu, che è e che sarà. Un “Homo Selvaticus” senza volto vissuto nelle ere dell’universo, compare e scompare, mostra pezzi di sé mentre ascolta il racconto della sua vita. Irrompono sulla scena un angelo e un demone che combattono, imprigionati nello schermo televisivo, ma rimangono sullo sfondo della vita senza farne realmente mai parte. La musica e i testi di Benvegnù accompagnano il viaggio dalla terra allo spazio interstellare per farvi poi ritorno, sono il filo rosso della narrazione teatrale. Nello spettacolo H3+, accanto al teatrino di marionette, le canzoni del disco omonimo, i brani degli altri due album della trilogia “con l’H” di Benvegnù, ‘Earth Hotel’ ed Hermann.

Il premio Mentre continuano gli appuntamenti in teatro, Benvegnù ha vinto di recente il premio speciale di ‘Musica contro le Mafie’, per la canzone ‘Il sentimento delle cose’, assieme a Brunori Sas e Rocco Hunt, «in virtù della capacità di diffondere buone idee e buone prassi attraverso la musica». La premiazione ci sarà il 16 dicembre, alle 21.30, al Teatro Morelli di Cosenza: per l’occasione, Paolo Benvegnù si esibirà in formazione ridotta.

Info Per lo spettacolo a Città di Castello si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. È possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *