Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 5 febbraio - Aggiornato alle 12:31

Baustelle in concerto a Carsulae: il ritorno sulle scene della band passa anche per l’Umbria

L’Elvis Tour estivo tocca anche Terni con quello che diventa quindi uno dei concerti più attesi della stagione di Suoni Controvento

Baustelle

di D.N.

Sono andati subito sold out i concerti che nei prossimi mesi porteranno il gruppo nei principali club d’Italia. Ma ora c’è anche l’annuncio del tour estivo. E l’Umbria non poteva mancare, grazie alla rassegna Suoni Controvento – festival estivo di arti performative promosso da Aucma realizzato finora con il sostegno della Regione Umbria, della Fondazione Perugia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e di Sviluppumbria – che arricchisce così il suo cartellone 2023. Tutto si svolgerà in una location d’eccezione come Carsulae, il 5 agosto. Dopo cinque anni d’attesa, uscirà infatti il prossimo 14 aprile per Bmg “Elvis”, il nuovo album dei Baustelle, anticipato dall’uscita del singolo “Contro il mondo”, già in rotazione in radio e sulle piattaforme streaming. La formazione composta da Francesco Bianconi, Claudio Brasini e Rachele Bastreghi si prepara quindi a tornare anche dal vivo, con un tour nei club a maggio che è già tutto esaurito, e con quello estivo appena annunciato che non sarà da meno. Prevendite su circuiti TicketItalia e TicketOne dalle 14 del 20 gennaio, nei punti di vendita autorizzati dalle 14 del 25 gennaio.

Nuovo album Elvis è il nono album in studio della storica band dopo “L’amore e la violenza, vol.2”. Già dal primo singolo sembra confermata tutta la direzione estetica dei Baustelle, fatta di raffinatezza e contemporaneità. Il brano “Contro il mondo”, scritto da Francesco Bianconi, è il primo assaggio di ciò che ci attende con l’uscita del nuovo disco e i Baustelle danno prova ancora una volta della loro innata capacità di essere accattivanti, provocatori e profondamente all’avanguardia nel racconto della realtà che ci circonda. Nel brano che conferma la genialità dell’intuizione dei Baustelle di guardare al passato come una risorsa e senza nostalgia. la quotidianità fatta di yoga, di aperitivi e di routine si scontra con la necessità di evasione che culmina in un grido di ribellione, il tutto a suon di rock and roll e atmosfere retrò, in pieno stile Baustelle. Affermano i Baustelle che si preparano a tornare live: «Dove eravamo rimasti? Quanto tempo è passato? Chi sperava che saremmo migliorati ovviamente si sbagliava. Si continua piuttosto a vivere, con la ferocia di sempre e musica nuova. Questa canzone è una storiella, un film, una parabola, un grido, basso-rullante-chitarra elettrica, gomma da masticare. Il nostro ritorno al criticismo e al rock and roll».

Scenario di Carsulae L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Terni e con la Direzione Regionale Musei Umbria. «Dopo il successo dello scorso anno – commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Terni Maurizio Cecconelli – Suoni Controvento tornerà ad animare la stagione estiva del parco archeologico di Carsulae con un concerto importante e che non mancherà di suscitare attenzione, come quello dei Baustelle. Da parte nostra, come amministrazione comunale di Terni, confermiamo con entusiasmo il pieno appoggio a una formula che si sta dimostrando vincente: quella cioè di mettere insieme, quasi come in una pozione magica, musica cultura e il fascino unico dei luoghi straordinari del nostro comprensorio. Una pozione che speriamo, anche nella prossima estate, possa incantare tutti coloro che arriveranno a Carsulae». «Dopo lo straordinario successo del concerto di Ludovico Einaudi e la grande partecipazione a quello di Naomi Berrill (ricordiamo che a causa delle avverse condizioni meteorologiche fummo costretti a spostare l’esibizione di Angelo Branduardi al Teatro comunale di Narni), siamo davvero lieti che continui la sinergia con Suoni Controvento – le parole di Silvia Casciarri, direttore dell’area archeologica di Carsulae – Il sito archeologico di Carsulae, oltre a caratterizzarsi come attrattiva turistica di primo piano, si accredita ancora una volta come importante punto di riferimento culturale. Siano sicuri che anche il concerto dei Baustelle, formazione molto seguita non solo in ambito nazionale, richiamerà un numero incredibile di visitatori a dimostrazione che l’archeologia, con le sue preziose testimonianze, può e deve parlare alle giovani generazioni, e non solo, con un linguaggio attuale e fortemente comunicativo».

I commenti sono chiusi.