Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 24 ottobre - Aggiornato alle 14:23

Anfiteatro di Terni, il reading di Lodo Guenzi e Bebo Guidetti de Lo Stato Sociale chiude gli eventi

La rassegna targata Baravai di musica, teatro e arte traccia anche un primo bilancio dopo un mese di appuntamenti

Lodo e Bebo de Lo Stato Sociale

di D.N.

Più di duemila spettatori, suddivisi nei vari eventi, e grandi artisti della scena musicale e teatrale nazionale che sono arrivati a Terni. Si chiude con un bilancio oltre ogni più rosea aspettativa, visto anche il momento difficile dell’emergenza Covid, questo mese di grandi eventi. Iniziati il 25 agosto scorso nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro romano di Terni ora c’è l’attesa per l’appuntamento finale. Dopo Nicolò Fabi, Elio Germano, Francesco Motta, Francesco Montanari, solo per citarne alcuni, lunedì 21 settembre saranno infatti in scena, ancora ospiti del progetto Baravai, Lodovico “Lodo” Guenzi e Alberto “Bebo” Guidetti, rispettivamente voce e beatmaker de Lo Stato Sociale con uno spettacolo/reading dal titolo “Libertini invisibili” che arriva in Umbria per la prima volta.

Reading In questo caso i due artisti si confrontano con la parola scritta e con due mostri sacri della letteratura italiana: Italo Calvino e Pier Vittorio Tondelli, alternando alla lettura dei due autori anche altri testi e poesie proprie, fino alla catarsi finale in dialogo e gioco con il pubblico. Dall’incontro impossibile tra il mondo sfacciato di Altri libertini e le raffinate fantasie combinatorie delle Città invisibili, nasce così un reading che suona come la musica dello Stato Sociale: imprevedibile, sfrontato, geniale.

Info e biglietti Lunedì 21 settembre – Spettacolo/reading “Libertini invisibili” – Ore 21:30, ingresso a biglietto 15 € + ddp. Biglietti disponibili in cassa o su: www.diyticket.it/events/Teatro/4047/lodo-guenzi-e-bebo-guidetti-lo-stato-sociale-libertini-invisibili.

Primo bilancio A bilancio del mese di eventi all’Anfiteatro, situato ai giardini della Passeggiata nel centro storico cittadino e che ha potuto garantire in sicurezza un totale di 320 posti a serata, un grande merito va dato sicuramente alla direzione artistica della rassegna che in pochissimo tempo è riuscita a creare una kermesse di alta qualità che ha spaziato dal teatro alla musica. Ad organizzare il tutto la cooperativa Macchine Celibi, in collaborazione con Letz Wine, FAT – Art Club, We Reading, Degustazioni Musicali, CAOS – Centro arti opificio siri ed Ephebia, per una iniziativa che ha visto la collaborazione del Comune di Terni.

I commenti sono chiusi.