Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 26 novembre - Aggiornato alle 09:33

20 anni di proiezioni targate Cinegatti: mostra e film ‘cinefelini’ al Méliès per festeggiare

Un omaggio al cinema, all’arte e ai gatti, sia quelli con la coda che quelli della famiglia di proiezionisti che hanno fatto scorrere migliaia di km di pellicola a Perugia

Cinegatti, festa per i 20 anni

di Dan. Nar.

Sarà un omaggio al Cinema, all’Arte e ai Gatti, sia quelli piccoli e con la coda che quelli della famiglia di proiezionisti che, a partire dal capostipite Giuseppe Gatti, hanno fatto scorrere migliaia di km di pellicola a Perugia da molto più di 20 anni. Prima al Pavone e oggi al Cinematografo Sant’Angelo, al Méliès e in estate al Frontone. Per festeggiare quindi il ventennale della Cinegatti, Mauro e Mirco Gatti hanno pensato che non c’era miglior modo che dedicare un’intera serata al loro animale totemico: il Gatto. Appuntamento per giovedì 17 novembre. “Sarà un modo per restituire qualcosa al nostro pubblico che sceglie ancora di venire ogni sera a trovarci e a godere del grande cinema in sala” affermano i fratelli Gatti.

Mostra Per l’occasione l’ingresso del Cinema Méliès, dalle ore 18.30, si trasformerà in piccola galleria d’arte e ospiterà una mostra con le stampe della bravissima illustratrice Valentina Bolognini che ha riletto iconiche locandine cinematografiche in chiave “gattosa”, un immaginario pantheon peloso dove grandi classici del cinema sono stati “felinianamente” reinterpretati dall’artista.

Proiezione Inoltre i fratelli Gatti hanno deciso di regalare un film che farà amare ancora di più i Gatti: quindi alle 21 sarà proiettato “KEDI-LA CITTA’ DEI GATTI”, il pluripremiato documentario che li vede protagonisti assoluti: “Centinaia di migliaia di gatti si aggirano per le strade della metropoli di Istanbul. Per migliaia di anni i gatti hanno accompagnato le vite degli abitanti divenendo una parte importantissima della comunità che rende la città così ricca e vivace. Senza alcun padrone, i gatti di Istanbul vivono a cavallo tra due mondi, né addomesticati né selvatici, portando gioia nelle vite delle persone che hanno deciso di adottarli. A Istanbul, i gatti sono uno specchio dei cittadini, capaci di aiutarli a riflettere in modo unico su loro stessi e la città”.

I commenti sono chiusi.